Renzo Ulivieri è protagonista oggi di una lunga intervista sul Corriere dello Sport in cui parla anche della situazione dell'Inter e di Antonio Conte. "E' un istintivo - dice Ulivieri parlando dell'allenatore nerazzurro - tuttavia non penso proprio che quel discorso alla fine della partita di Champions League sia scaturito dall’arrabbiatura. Se l’è preparato. Persona intelligente, sa quello che dice. Gli allenatori fanno valutazioni tecniche. Non astratte, molto concrete: il valore della rosa rapportato agli obiettivi della società. Quindi per esprimere un giudizio bisognerebbe sapere esattamente che cosa la società sta chiedendo al tecnico".

Lo sfogo, quindi, fa parte del personaggio. "Ciò che di certo sappiamo - continua Ulivieri - è che Conte vuole arrivare e vincere. Almeno lottare fino alla fine per vincere. Non parte con l’idea di stare cinque anni a costruire. Ovviamente sa benissimo che in Italia questo è possibile solo se vai alla Juventus. Va alla ricerca dell’impresa. Quando sa che la sua squadra, per dire, è da quarto posto urla che vuole arrivare primo a dispetto di qualsiasi destino. L’uomo è fatto così. Se lo prendi, è perché lo vuoi in quel modo. Comunque sia Napoli sia Inter usciranno da questo periodo complicato. Conte neppure al Chelsea ha trovato il tappeto di rose. Ma qui in Italia, è vero, non c’è niente di facile. Il nostro calcio è complicato e carico di tensioni".

Sezione: Rassegna / Data: Ven 8 Novembre 2019 alle 09:39
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print