Ieri il sorteggio del calendario di Serie A, che la Gazzetta dello Sport commenta in maniera entusiastica: "Tutto e subito: Juve-Napoli e Lazio-Roma alla seconda giornata, Milan-Inter alla quarta, Inter-Juve alla settima. Quattro delle partite più attese della Serie A 2019-2020 si giocheranno entro il sei ottobre, quando potremmo già avere un quadro abbastanza preciso dell’alta classifica - si legge -. Nulla di definitivo, ovvio, ma una tendenza sì. Dovremo aspettare il girone di ritorno per rivedere Sarri al San Paolo e Conte allo Stadium, ma l’impatto resta forte, anzi stordente. Una partenza con i botti, chissà quanto conveniente ai duellanti e quanto funzionale alla qualità del gioco. Temiamo che Juve e Inter arrivino imperfette ai primi big match. Difficile che la Juve di Sarri sia già a regime per il Napoli alla seconda e idem l’Inter di Conte per il derby e per la Juve. Può essere che questo calendario dia una bella accelerata al mercato. L’Inter ha avuto in dote un avvio morbido: Lecce, Cagliari e Udinese nelle prime tre, ma a a partire dalla quarta entrerà nella centrifuga: il Milan e la Lazio di fila, tra quarta e quinta; la Juve alla settima. E le prime due gare di Champions dei nerazzurri andranno in scena nei paraggi degli incontri con Milan e Juventus. Conte non può più permettersi di allenare un attacco a scartamento ridotto, i centravanti di cui ha bisogno gli vanno forniti al più presto".

Sezione: Rassegna / Data: Mar 30 luglio 2019 alle 09:43 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print