DEKIC 7.5 – Risponde subito presente al tiro a colpo sicuro, ravvicinato ma centrale, di Roles. Sull'1-0 per i nerazzurri mette i guantoni per rispedire al mittente la conclusione centrale di Oakley-Boothe, ma soprattutto vola come un gatto per neutralizzare i due tentativi di Maghoma nel giro di pochi minuti. Non estende la sua fama di pararigori quando è costretto a capitolare davanti all'esecuzione perfetta dagli undici metri del numero 10 del Tottenham. 

PERSYN 6.5 – Puntuale nelle chiusure preventive, così come nel portare gli aiuti al compagno in difficoltà di turno. E' lui a spingere il ribaltamento di fronte nerazzurro che scava la monentanea differenza tra le due squadre. Alza bandiera bianca prima della mezzora per un problema fisico. Dal 30' GRASSINI 6 - Deve sbrigare più compiti difensivi del compagno belga che sostituisce, e non si tira indietro. Si sgancia offensivamente quando ne ha la possibilità, offrendo un palla con scritto 'spingimi in porta' per Colidio. Che la rifiuta.  

NOLAN 6 – Salva sulla linea il tiro destinato nel sacco di Roles. Un gol fatto per gli Spurs che, come per magia, in ripartenza diventa 1-0 interista. Si rende protagonista anche di altri salvataggi last second nei pressi dell'area piccola che risultano decisivi. Esattamente come la spintarella trascurabile ai danni di Parrott che l'arbitro finlandese decide di tramutare in calcio di rigore. 

VAN DEN EYNDEN 6.5 – Respinge, con perdite, il tentativo di sfondamento palla al piede di Maghoma, risolvendo una situazione in area potenzialmente complicata. Completa con Nolan e Dekic un triangolo delle Bermuda nel quale (quasi) ogni pallone nemico sparisce nel nulla.

CORRADO 6 – Diligente, non affonda quasi mai sulla fascia di sua competenza perché il film della gara si svolge sull'altro lato del campo. Puntato spesso da Bennett riesce a reggere l'urto, anche grazie agli aiuti difensivi di Van Den Eynden.

GAVIOLI 6 – A turno con Demirovic, è lui a chiamare il pressing feroce sui primi portatori di palla avversari. Moto perpetuo per il numero 8 nerazzurro, alias il recupera palloni che spezza il ritmo offensivo degli Spurs. Dal 77' SCHIRO' SV.

POMPETTI 7 – Giocatore fuori categoria, il play MVP delle finali scudetto compie il suo primo passo sicuro nel percorso di maturazione che lo porta a giocare in Europa. Dando saggio delle sue enormi qualità in fase di costruzione e di contenimento.

DEMIROVIC 6.5 – Ispira la grande fuga di Persyn verso l'1-0. Dinamico ed equilibratore, indispensabile per dare una forma logica a livello tattico al 4-3-1-2 di Madonna. Dal 60' BURGIO 5.5 - Non incide quando l'Inter potrebbe far valere la sua superiorità numerica. 

MULATTIERI 6.5 – Il velo con cui, di fatto, apre una prospettiva con vista sull'1-0 a Colidio è di un'intelligenza rara. Qua è là, tra le tante cose utili con cui riempie la sua partita, delizia anche il pubblico con alcune perle del suo repertorio. Finisce spegnendosi con l'invecchiare della partita. 

MEROLA 5.5 – Al 14' Si divora l'1-0, forse perché ha troppo tempo per meditare alla conclusione in diagonale e finisce per aggrovigliarsi in mezzo ai suoi pensieri. Va dritto al punto, con estremo egoismo, qualche giro d'orologio più in là, ma l'esito è analogo: palla contro Austin. Sostituito prima di poter incidere il proprio nome sul tabellino. Dal 60' SALCEDO 5 - Sonnecchia per svariati minuti, prima di tirare fuori dal cilindro un numero di prestigio con il quale fa secco Walcott con il tacco ma poi allarga troppo la conclusione. Peccato che dal suo repertorio estragga anche una reazione che gli costa l'espulsione per doppio giallo che ristabilisce la parità numerica nell’ultima porzione di gara.

COLIDIO 6 – L'argentino non sbaglia, implacabile, alla prima occasione capitatagli: l'uomo delle finali studia anche da golden boy dei pomeriggi europei. Ma deve ancora affrontarne di esami per guadagnarsi il titolo ambito: l'ex Boca, infatti, fa qualche passo indietro a livello di performance nel secondo tempo non centrando il bersaglio grosso per ben tre volte. Dal 77' ADORANTE SV. 

VIDEO - RISATE E TORELLO AD APPIANO: SCAMBIO FULMINEO, A CHI TOCCANO LE FLESSIONI?

Sezione: Pagelle / Data: Mar 18 Settembre 2018 alle 16:01 / Fonte: dall'inviato allo Stadio Breda
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print