Handanovic 7 - Cosa si prova a non poter mai uscire dalla porta (di casa) né dall'area (del pianerottolo)? È il messaggio 'vendicativo' che il portierone sloveno ha spedito ai suoi compagni che sono liberi di muoversi in campo e che giocando il pallone con i piedi possono ambire alle prime pagine dei giornali, mentre per lui, nonostante le parate che 'valgono un gol' viene al massimo disposto un trafiletto. Anche in periodo di quarantena, Samir però rimane inflessibile, come ci hanno spiegato sua moglie ed i figli: "Altro che metro di distanza: a casa chiede sempre di non avvicinarci troppo a lui e vuole che restiamo alti. È convinto che così il virus possa finire in fuorigioco...".

Zanetti 5 - Solo due espulsioni in carriera per il vice-president nerazzurro, che però su Twitter la commette grossa: ha sbagliato a rispondere a un quiz dell'Inter e allora Zhang è intervenuto 'bloccandolo' e requisendogli lo smartphone per tre mesi. Pupi l'ha comunque presa bene: "Non posso più pubblicare né video né selfie, ma non mi importa. Non potendo andare dal mio barbiere sarei apparso con il ciuffo lungo e in disordine".

Biraghi 6,5 - Tra i più silenziosi dell'Inter anche sui social, l'esterno arrivato la scorsa estate dalla Fiorentina sta proseguendo gli allenamenti a casa come il resto della rosa, pensando anche a come far cambiare idea a Conte che nel 2020 gli ha preferito sulla fascia sinistra il nuovo acquisto di gennaio Young. Il tecnico però è soddisfatto dei lavori svolti sino ad oggi da Biraghi e vorrebbe premiarlo alla ripresa degli allenamenti e dei campionati: gli concederà di continuare a lavorare da casa in smart working.

Vecino 5,5 - Si è (ri)presentato ai suoi fan di Instagram con un taglio di capelli 'homemade' sponsorizzando un'iniziativa benefica nata in Uruguay. Belle e nobili le intenzioni, un po' meno il look dell'8 uruguagio, con lo stesso Lele Adani che ha dovuto ammettere: "In questo caso con l'uso della macchinetta ho visto troppo garra charrúa".

Eriksen s.v. - 'Sfrattato' prima dall'hotel dove risiedeva a Milano, poi in autoisolamento ad Appiano, infine partenza per la Danimarca dove per legge come tutti i rientranti dall'estero deve restare chiuso in casa altri 14 giorni ed evitare i contatti sociali. Volevamo farci raccontare da altri il suo ultimo mese, ma nessuno l'ha visto. Indiscrezioni da alcuni media sui continui spostamenti e le quarantene: colpa di Conte che non gli ha ancora trovato la posizione.

Lautaro 4,5 o 8 - Dice sì al Barça, anzi no, anzi sì, anzi è no... Il futuro del Toro continua a rimanere un rebus e fonte di perenni rumors sul suo possibile sbarco al Camp Nou. Un giorno lo vediamo già vestito di blaugrana, un altro sentiamo che sarebbe pronto al prolungamento di contratto in nerazzurro. Giurerà amore eterno o si macchierà di alto tradimento? Il nostro voto per il momento non può che restare in bilico. Secondo il suo agente, che ha parlato a una trasmissione argentina, ci sarebbero motivi culturali dietro l'opzione di trasferirsi dopo due anni di Inter in Spagna: "Non è timido, è che non riesce proprio a imparare l'italiano".

AVVERSARI:

Ibrahimovic 7,5 - Altra iniziativa benefica promossa da Ibra che sui seguitissimi canali social ha annunciato: "Se il virus non va da Zlatan, Zlatan va a caccia del virus". Lo svedese però sarebbe partito difatti per cercare di stanare il Covid-19 e sconfiggerlo a colpi di taekwondo. A un medico che gli ha consigliato di proteggersi l'attaccante del Milan ha risposto: "I leoni non indossano mascherine". Intanto poche ore fa in Svezia è stato isolato un ceppo autoctono del virus: secondo il tampone è risultato positivo a Ibra e si trova già in autoisolamento in laboratorio.

Dal Pino 9 - Il presidente della Lega di Serie A torna a scontrarsi con il ministro dello sport Spadafora e con il presidente dell'Assocalciatori Tommasi, proponendo una ripresa più celere del nostro campionato. La soluzione sarebbe infatti quella di giocare le partite in campo neutro, ovvero nelle regioni dove il virus non si è ancora diffuso: "Visto che ogni zona del mondo è interessata dal contagio, potremmo far giocare le partite che rimangono sulla Luna". Dal Pino ha poi segnalato un episodio curioso avvenutogli a casa in questi giorni: "Nella buca delle lettere ho trovato una busta con dentro un naso da clown. Il messaggio? Non è chiaro, è scritto tutto in caratteri cinesi".

Sezione: Pagelle / Data: Gio 02 aprile 2020 alle 21:35
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
Vedi letture
Print