CARRIZO 6,5 - Vazquez prima lo stuzzica, poi gli piega le mani. Difficile evitare il gol, più facile prendersela con i compagni distratti. Nel finale è bravissimo su Djurdjevic. Per l'ex River tre presenze, tre vittorie ciascuna con tre reti all'attivo: Handanovic può guarire con calma

NAGATOMO 5,5 - Più ombre che luci nella sua prestazione, soprattutto in fase difensiva dove soffre la verve di Rispoli. Prova ne è il gol di Vazquez, nato da una rimessa laterale che lo vede assente senza giustificazione. Decisamente meglio in fase di spinta.

MIRANDA 6 - Ingaggia contro Gilardino un duello d'altri tempi, in cui l'esperienza e la furbizia sono gli ingredienti fondamentali. E ai punti lo vince piuttosto chiaramente. Però è in ritardo su Vazquez quando l'italoargentino batte Carrizo e riapre una partita apparentemente in ghiaccio.

MURILLO 6 - I maggiori pericoli arrivano dal suo lato, con Nagatomo che spesso viene preso in mezzo e lo costringe ad affannose uscite, non sempre efficaci. Distratto anche lui sul gol di Vazquez, tiene comunque bene il campo.

D'AMBROSIO 5,5 - Come il dirimpettaio Nagatomo, con cui scambia la fascia su ordine di Mancini, patisce in fase difensiva Rispoli, ma anche il giovane Pezzella che una disinvoltura sufficiente da attaccarlo ogni volta che può. Nell'altra metà campo offre il proprio onesto contributo.

MEDEL 6,5 - Il fulcro del centrocampo nerazzurro, grazie anche alla collaborazione di Ljajic che abbassandosi lo libera da compiti di impostazione e gli trasmette serenità. Al punto da concedersi anche qualche sventagliata di esterno, roba per palati fini (DALL'87' FELIPE MELO SV).

KONDOGBIA 6,5 - Quando viene pressato ha il pallone e viene pressato il 'preoccupometro' del Meazza raggiunge il livello di allarme: evidenti le sue difficoltà a uscirne vincitore. Perde qualche pallone di troppo ma ne tocca un'infinità e comunque lo fa con personalità. Molto utile in copertura.

PALACIO 6,5 - Ha compiti da scaricatore di porto, ma li svolge con la leggerezza di una farfalla. Corre e si sbatte anche in difesa, poi fugge con eleganza alle marcature rosanero palla al piede e si toglie lo sfizio di mandare in gol Icardi come ai bei tempi. Oggi è irrinunciabile (DAL 78' BIABIANY 6 - Buon ingresso, tiene alti i ritmi che in generale vanno affievolendosi. Un paio di buoni spunti in velocità).

LJAJIC 7 – Riprende il filo del discorso interrotto mercoledì scorso e si erge subito a protagonista firmando una rete di pregevole fattura. Bravo a sfuggire ai radar rosanero, si abbassa spesso per dare ossigeno alla manovra. È in una di quelle serate in cui all'idea che potrebbe non essere riscattato ti piange il cuore (DAL 66' BROZOVIC 5,5 – Fatica a entrare in partita anche perché lo fa a giochi praticamente fatti. Bello il cross sulla testa di Palacio che Sorrentino sventa, ma fa poco altro).

PERISIC 7 - Forsennato, ha un'adrenalina in corpo come mai da quando è a Milano e vorrebbe sprigionarla ogni volta che riceve palla. Sta bene e si vede, gli riescono molte più giocate rispetto a qualche settimana fa ed è un pericolo costante. Ci prova due volte, la seconda è quella buona. Vitiello se lo sognerà stanotte.

ICARDI 7 - La spallata in faccia che Gonzalez gli dedica ha l'effetto di una sveglia: d'improvviso Maurito si ricorda di essere un rapace d'area di rigore e lo dimostra anticipando proprio il difensore rosanero per il 2-0 poco dopo. Non pago, fa da trampolino per il tuffo vincente di Perisic. Qualità e sostanza.

ALL. MANCINI 6,5 - Si aspettava dai suoi la replica della Tim Cup e in gran parte la ottiene, anche se dal modo in cui si agita in panchina non sembra soddisfatto. Rinuncia al miglior Brozovic della stagione e rilancia Icardi, ricevendo dal capitano una prova di maturità. Al di là del gol preso in modalità 'polli', può ritenersi soddisfatto anche per il calcio espresso.

 

PALERMO: Sorrentino 6, Vitiello 5,5, Gonzalez 5,5, Andelkovic 5,5, Rispoli 6,5 (dall'83' Balogh sv), Hiljemark 6, Maresca 6, Chochev 5,5 (dal 68' Quaison 5,5), Pezzella 6, Vazquez 6,5, Gilardino 5,5 (dal 71' Djurdjevic 5,5). All. Iachini 5,5

 

ARBITRO: RUSSO 6 - Lascia giocare molto, anche in modo eccessivo strappando qualche lamentela ai giocatori in campo. Ma non influisce sull'andamento della partita ed è ben coadiuvato dagli assistenti. Porta a casa la pagnotta.

ASSISTENTI: De Luca 6 – Marrazzo 6

ASSISTENTI DI PORTA: Calvarese 6 – Di Paolo 6

Sezione: Pagelle / Data: Dom 6 Marzo 2016 alle 22:35
Autore: Fabio Costantino / Twitter: @F79rc
Vedi letture
Print