HANDANOVIC 6,5 - Nel giorno delle 475 presenze in A che lo accostano a Facchetti, allontana le perplessità che lui stesso ha alimentato nelle ultime uscite con un intervento decisivo su Pol Lirola. Il clean sheet è merito suo.

D'AMBROSIO 6 - Ogni tanto Ribery lo porta a spasso per il campo, il francese è una gatta da pelare non da poco quando ti punta. Il centrale accetta la sfida e prova a non concedergli troppo spazio anche se fisicamente non brilla. Nell'altra metà campo la catena con Candreva non è efficace. Costretto ad arrendersi per una botta alla testa. DAL 69' BASTONI 6 - Nei circa 25 minuti in campo fa il suo, senza correre rischi.

DE VRIJ 6 - Il tempo di un paio di buone chiusure e deve alzare bandiera bianca. La speranza è che non sia una distorsione seria. DAL 20' RANOCCHIA 6,5 - Entra a freddo ma lo fa con sicurezza, attento nelle chiusure e nessuna forzatura. Decisivo nel finale su Kouame.

GODIN 6,5 - Non gli tocca particolare lavoro perché dalle sue parti la Fiorentina punge meno. Lo sceriffo rimane sul pezzo e se ha spazio sale a dare manforte nella costruzione del gioco. Il tutto giocando a sinistra dove notoriamente non è a proprio agio. Prestazione solida.

CANDREVA 5,5 - Come al luna park, sembra si diverta a colpire maglie bianche quando crossa. Viene coinvolto nella manovra, ma gli manca lo spunto che crei vantaggio tecnico alla squadra (segna un bel gol ma in netto offside). Prestazione quasi banale. DAL 69' MOSES 5,5 - Si presenta con un sinistro fiacco addomesticato da Terracciano. Cerca spunti che non trova per la buona copertura degli ospiti.

GAGLIARDINI 6 - Decima partita da titolare in una trentina di giorni, a questo punto merita l'etichetta di indispensabile per Conte. Contro i Viola fa la sua parte, nulla di eclatante da segnalare e tanto lavoro sporco. Il campo pesante non lo aiuta. DAL 76' BROZOVIC 6 - Fresco, cerca di far salire la squadra nel finale di gara però non tutti hanno la forza per stargli dietro.

BARELLA 6,5 - Rispetto al rodaggio dell'Olimpico i giri stanno salendo. Bravissimo a pressare alto e intervenire subito per recuperare il pallone, da grande equilibratore. Sfiora la rete con una bella volée ma trova il tuffo di Terracciano ed è uno degli ultimi ad arrendersi. Peccato per l'ennesima ammonizione che gli costa la squalifica.

YOUNG 5,5 - Il giovane Venuti vuol fare bella figura e sta attento a ogni centimetro di campo che gli tocca coprire. A questo si aggiunge che la manovra nerazzurra si sviluppa soprattutto dall'altra parte e l'inglese si conceda soprattutto inserimenti in area per cercare il colpo di testa o la respinta corta. Cura con attenzione la fase difensiva, ma non è in serata.

ERIKSEN 6 - Sprazzi di puro talento, come il cioccolatino che mette sulla testa di Lukaku. Per evitare il traffico sulla trequarti spesso arretra e alimenta la manovra con giocate semplici quanto efficaci. A tratti sembra essere il regista in sostituzione di Brozovic. Non molto vivace nel secondo tempo, quando la stanchezza inizia a prevalere.

SANCHEZ 6 - Più che la seconda punta, si muove da trequartista con licenza di svariare fino alla propria trequarti per ricevere e smistarla ai compagni più liberi. Talvolta nel traffico si smarrisce e patisce l'intimidazione fisica, però è sempre nel vivo del gioco. Cala vistosamente nella ripresa dopo aver colpito uno sfortunato palo. DAL 69' MARTINEZ 5,5 - Un tentativo dal limite piuttosto scialbo e poco altro, dà ragione a Conte che lo ha lasciato inizialmente fuori.

LUKAKU 5,5 - Terracciano (due volte) e il palo gli negano il meritato gol, ma lui poteva fare meglio. Fisicamente i centrali viola faticano a contenerlo ma il fatto di ricevere soprattutto spalle alla porta non gli permette di essere pericoloso come potrebbe. Nella ripresa tende a nascondersi e non riceve palloni giocabili anche per demerito suo.

ALL. CONTE 6 - L'approccio della sua squadra è quello giusto, non ci fosse un Terracciano in serata di grazia si parlerebbe di ben altro risultato. A questo si aggiungono due pali che alimentano il disappunto. Nella ripresa si limita a cambi tecnico/fisici, mantenendo lo stesso assetto a cui però la Fiorentina ha preso le misure. Non tira fuori nulla dal cilindro per cambiare il destino di questa gara, ma meriterebbe di portarla a casa.


FIORENTINA: Terracciano 7, Milenkovic 6,5, Pezzella 6,5, Caceres 6,5, Venuti 6, Castrovilli 5,5, Badelj 5,5 (dal 75' Pulgar 6), Duncan 6 (dal 58' Ghezzal 6), Dalbert 6 (dal 51' Pol Lirola 5,5), Cutrone 5,5 (dal 58' Kouame 6), Ribery 6,5 (dal 75' Chiesa 5,5). All. Iachini 6


ARBITRO: GIACOMELLI 6 - Manca il giallo a Caceres per la pedata sulla caviglia di D'Ambrosio, giusto quello a Ribery (ma doveva concedere il vantaggio). Trattiene a volte il fischio e lascia correre ma non commette errori significativi. Dubbi su un contatto in area ai danni di Barella, ma nel complesso fa bene.
ASSISTENTI: Fiorito 5,5 -  Villa 6
VAR: Banti 6

Sezione: Pagelle / Data: Mer 22 luglio 2020 alle 23:44
Autore: Fabio Costantino / Twitter: @F79rc
Vedi letture
Print