Dopo il suo annuncio come nuovo acquisto da parte della Carrarese, Davide Grassini parla ai microfoni del sito La Voce Apuana di questa sua avventura con la maglia gialloazzurra rievocando anche il passato nel vivaio dell'Inter: "C'è molta differenza tra le due realtà. All’Inter eravamo trattati come una piccola prima squadra e devo dire che avevamo molti agi. Ma il passaggio al campionato dei grandi è stato uno step importante, un’esperienza che sono contento di aver fatto nei tempi giusti. I dieci anni in nerazzurro mi hanno lasciato tanto. Ciò che sono, calcisticamente e anche come persona, lo devo proprio alla crescita che mi ha fatto fare l’Inter. Sono nato come ala destra, poi ho imparato a fare il terzino. Gli allenatori che ho avuto erano tutti davvero in gamba e mi hanno insegnato molto. Mi sono sempre allenato in un ambiente fatto di grande competizione, insieme a ragazzi che l’Inter prendeva da tutta Italia e anche dall’estero. E il fatto di dover sempre dimostrare, in un ambiente così competitivo è qualcosa che ti forma molto caratterialmente.

Domani, per Grassini, sarà l'occasione di un ritorno a casa visto che la Carrarese sosterrà un test proprio con l'Inter: "A Milano ci sono persone con cui sono rimasto in contatto e con cui ho sempre avuto un ottimo rapporto. Come ho detto, l’Inter mi ha cresciuto e per questo le devo tantissimo. Il fatto di giocare contro la prima squadra, che per me ha sempre rappresentato qualcosa di molto lontano rispetto al settore giovanile, mi fa emozionare molto. Per arrivare a quei livelli a volte devi fare un percorso tuo, e se poi è quello giusto, puoi persino riuscirci". 

VIDEO - PINAMONTI: "DA DOMANI SI COMINCIA. ECCO I MIEI OBIETTIVI"

Sezione: News / Data: Gio 17 settembre 2020 alle 17:17
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print