"Riscriverei 'O generosa' senza cambiare una virgola. Ho voluto che il testo fosse in latino, scelta ardita, certo, ma il latino è la lingua del sacro, ha qualcosa di eterno. Forse un giorno i tifosi saranno orgogliosi di questo madrigale scritto da un disadattato nerd della musica". Così Giovanni Allevi ha risposto dalle pagine di Repubblica a una domanda sull'inno della Serie A, scritto quattro anni fa e talvolta fischiato negli stadi italiani. 

VIDEO - DALLO "SCAVETTO" MANCATO DI ICARDI ALLA PERSA DI GAGLIARDINI, TRAMONTANA S'INFURIA

Sezione: News / Data: Mar 9 Aprile 2019 alle 11:10
Autore: Mattia Todisco
Vedi letture
Print