È Piero Giacomelli, della sezione di Trieste, il fischietto di Lecce-Inter. Gli assistenti sono Liberti e Bottegoni, Quarto Uomo Marini. Il VAR dell'incontro è Guida, con Fiorito Assistente VAR. L'arbitro ritrova i nerazzurri dopo la partita del Mapei Stadium dello scorso 20 ottobre, quando l'Inter sconfisse il Sassuolo per 4-3. Al Via del Mare Giacomelli ha diretto l'Inter per l'ottava volta in carriera: fino a stasera il bottino nerazzurro era di tre vittorie, tre pareggi e una sconfitta. 

In Lecce-Inter gli episodi chiave succedono nel primo tempo, dove il direttore di gara sbaglia sul gol annullato a Lukaku e si salva grazie al Var sul calcio di rigore inizialmente assegnato al Lecce per presunto tocco di mano di Sensi. Sui duri falli di Donati e Candreva decide di dare importanza alla non volontarietà. 

7' - Babacar sovrasta Barella in maniera irregolare e colpisce di testa (alto): Giacomelli fischia fallo in attacco. 

10' - Stecca da dietro di Petriccione su Candreva, che ha già giocato il pallone: poteva starci il giallo. 

13' - Servito da Sensi, Lukaku tocca di prima per Lautaro che calcia a lato: bandierina su, fuorigioco netto. 

19' - Biraghi crossa in area, dove Lukaku entra in contatto con Dell'Orco che a sua volta ostacola il portiere Gabriel, che perde il possesso del pallone: l'attaccante dell'Inter calcia e va in gol, con l'arbitro che annulla la rete e decide di non andare a rivedere l'episodio al Var. Atteggiamento contestabile della squadra arbitrale e decisione errata: Lukaku salta sul posto e rimane fermo senza commettere fallo, con il centrale di Liverani che 'rimbalza' sul 9 nerazzurro e va poi a finire sul portiere leccese. 

20' - Donati gioca la palla ed entra duramente con il piede a martello sulla caviglia di Barella. Inizialmente l'arbitro estrae il giallo poi, richiamato dal Var, rivede l'episodio al monitor e conferma l'ammonizione. Intervento brutto e duro, ma non volontario. Elemento che evidentemente il direttore di gara ritiene cruciale ai fini della decisione.

32' - Lukaku apre sulla destra e Candreva entra in maniera scomposta su Donati, alzando eccessivamente la gamba al momento del contrasto. Stesso metro utilizzato su Donati: entrata dura ma involontaria, ammonizione giusta. Diffidato, l'esterno salterà la prossima col Cagliari. 

35' - Palla in profondità del Lecce: Lapadula si disinteressa del pallone e spinge da dietro De Vrij. L'arbitro fischia e stoppa l'azione. 

47' - Cross in area di rigore per Babacar, che cerca la sponda di testa e centra il braccio di Sensi da posizione ravvicinata: Giacomelli, pur con la visuale coperta perché finito a terra dopo uno scivolone, fischia il penalty, poi rivede l'episodio al Var e decide di annullare la decisione iniziale. Corretto: il pallone sembra toccare la coscia di Sensi e in ogni caso il braccio è attaccato al corpo, quindi l'arbitro considera il mancato aumento di volume generato dal centrocampista. 

56' -  Godin scivola e falcia Lapadula senza cattiveria: Giacomelli fischia semplice fallo a favore del Lecce. 

58' - Barella si invola palla al piede verso la porta, Babacar lo spinge con il braccio sinistro: giusto calcio di punizione dal limite per l'Inter. 

80' - Brozovic anticipa Deiola al limite dell'area interista: il centrocampista del Lecce calcia sul piede del croato, costretto poi a lasciare il campo per la botta subìta. L'arbitro fischia un inesistente calcio di punizione che Falco indirizza sul palo esterno. 

88' -  Borja Valero spende un fallo tattico a metà campo su Falco: ammonizione corretta. 

92' - Calcio d'angolo per l'Inter: Meccariello trattiene lievemente Skriniar, che invita l'arbitro a rivedere l'accaduto al Var. Giacomelli non riceve segnali e fa proseguire. 

93' - Meccariello entra duramente e in ritardo su Biraghi: scatta il giallo, il rosso non sarebbe stato uno scandalo.

Sezione: Moviola / Data: Dom 19 Gennaio 2020 alle 18:34
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print