In casa Dimarco, l’Inter è un affare di famiglia. Già, perché sulle orme di Federico, che in nerazzurro è stato capace di arrivare fino alla prima squadra, sta crescendo anche il “piccolo” Christian, che viaggia dritto verso la maggiore età sognando un futuro da grande con i colori del cuore.

Fratello d’arte – Classe 2002, Dimarco junior può vantare una trafila nell’Inter degna di quella del fratello maggiore, a livello di titoli e riconoscimenti individuali. Arrivato a Interello dopo gli inizi nell’Enotria, Christian ha centrato la doppietta tricolore con l’Under 16 e l’Under 17, cucendosi sul petto lo Scudetto in due annate vissute da protagonista. Un rendimento replicato anche nel 2019/20, nonostante lo stop anticipato ai campionati che ha chiuso anzitempo l’ennesima stagione positiva disputata dal “fratello d’arte”. Pedina importante per l’Under 18 di mister Zanchetta, Dimarco si è anche affacciato alle porte della Primavera, con tre presenze nelle quali ha dato l’assaggio ad una categoria nella quale, a partire dalla prossima stagione, sarà chiamato a mettersi in evidenza per confermare le sue ambizioni di sfondare nel calcio dei grandi. Un obiettivo portato avanti anche grazie a una trafila di prim’ordine anche in azzurro: con 33 presenze dall’Under 15 all’Under 18, il classe 2002 ha dalla sua un curriculum di tutto rispetto anche con le nazionali giovanili, a testimonianza delle qualità che lo rendono un prospetto molto considerato nell’ambiente nerazzurro.

Scalata verso i grandi – Proprio come il fratello Federico, Christian è un laterale mancino in grado di agire sia come quarto di difesa che da quinto di centrocampo. Buon piede, forse leggermente inferiore rispetto a quello del fratello maggiore ma comunque capace di ottime giocate in appoggio alla fase offensiva, Dimarco ha dalla sua una struttura fisica più prestante, con un’altezza che supera il metro e ottanta e fibre muscolari spesso e volentieri di livello superiore rispetto a quelle dei coetanei. Essere cresciuto con un modello di riferimento importante in famiglia, poi, lo ha spinto a posizionare in alto l’asticella delle aspettative per la sua carriera da grande. Determinato nell’inseguire i propri obiettivi, e già mentalizzato come un piccolo professionista fin dalla giovanissima età, Dimarco può aspirare legittimamente a un domani importante, a cominciare dalla prossima stagione con la Primavera. Un’anticamera preziosa, un nuovo gradino da salire per continuare la scalata verso il calcio dei grandi.

Sezione: La Meglio Gioventù / Data: Mar 12 maggio 2020 alle 16:08 / Fonte: Redazione La Giovane Italia
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
vedi letture
Print