Due Inter in finale per la conquista del titolo mondiale: potrebbe essere lo scenario che si presenterà ad Abu Dhabi il prossimo 18 dicembre. Infatti, nonostante la sconfitta per 2-1 al Morumbì di San Paolo, la squadra di Porto Alegre hanno guadagnato l’accesso in finale di Copa Libertadores e al Mondiale per club. Infatti nonostante una sconfitta contro i messicani del Chivas de Guadalajara, i brasiliani accederanno alla kermesse orientale, visto che i messicani partecipano alla Champions League del Conmebol come ospiti, facendo parte della Concacaf, che a Dubai sarà rappresentata dai connazionali del Pachuca. In Brasile tutti attendono i nerazzurri con cartelli del tipo ‘Diego Milito la tua ora arriverà’.

Insomma si respira un grande clima in Sudamerica, dove le squadre latine tendono a considerare tale competizione il massimo, a differenza delle europee che se non lo snobbano, poco ci manca.

L’Inter ovviamente non lo farà: i nerazzurri vogliono il titolo mondiale e di certo saranno agguerriti nel vincerlo, a cominciare dalla prima gara, la semifinale che dovrebbe mettere di fronte una squadra asiatica o comunque una squadra di basso livello. I brasiliani, invece, sono una buona squadra, schierata con un 4-3-1-2, dove spicca l’argentino ex Wolfsburg, Andres D’Alessandro, numero 10 ritrovato, dopo alcuni anni bui.  L’argentino è la stella della squadra e da lui partiranno le offensive dei brasiliani, ad ora, l’avversario più temibile per i nerazzurri. Il tabellone del torneo si completerà il prossimo novembre quando verranno fuori le vincenti delle Champions League di Asia e Africa.

Sezione: L'avversario / Data: Sab 07 agosto 2010 alle 13:06 / Fonte: Gazzetta dello sport
Autore: Alberto Casavecchia
vedi letture
Print