"Oggi abbiamo ottenuto un grande risultato perché l'Atalanta va considerata come una big del campionato". Ai microfoni di Udinese Tv, Pierpaolo Marino, responsabile dell'area tecnia dei friulani, esprime la sua soddisfazione per il punto guadagnato nel recupero della decima giornata di Serie A. "Siamo riusciti a farli tirare una sola volta in porta a differenza di quanto capita solitamente - aggiunge il dirigente bianconero -. Ho visto una mentalità da squadra che voleva aggrapparsi al risultato fino alla fine; non sono state commesse quelle leggerezze che avevano caratterizzato le ultime prestazioni neanche quando l'Atalanta ha messo in campo le migliori bocche di fuoco. Il rigore non dato su Pereyra? C'è una grande rabbia per questo, la colpa la attribuisco maggiormente al Var. L'arbitro può anche non aver visto, ma il Var deve imporre di andare a rivedere quell'episodio. Indovinate chi c'era al Var? Giacomelli, quello che si andò a vedere un fallo di mano di De Paul con la Juve".  

Chiuso il capitolo su Udinese-Atalanta, Marino volge lo sguardo ai prossimi impegni, a partire dalla sfida con l'Inter di sabato prossimo: "Ora dobbiamo dare continuità, questa squadra vale molto più della classifica che ha. Non riesco a spiegare come siamo riusciti a perdere delle partite ultimamente che avevamo giocato alla pari di questa di oggi. Dobbiamo continuare su questa strada coniugando la qualità della squadra col modo di giocare come abbiamo fatto oggi". 

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - KEVIN ZEFI, UN 15ENNE PRODIGIO NEL MIRINO DELL'INTER

Sezione: L'avversario / Data: Mer 20 gennaio 2021 alle 19:02
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print