Il Real Madrid deve affrontare un problema alla volta, senza perdere di vista il presente a discapito di discorsi futuri. E' il monito lanciato quest'oggi da Zinedine Zidane, tecnico dei blancos, protagonista della conferenza stampa prima della sfida all'Huesca: "Sento parlare di finale contro l'Inter, ma per me la finale è domani contro l'Huesca: non esiste pensare a martedì (alla Champions ndr). Per me la finale è la prossima, non penso a quella dopo. Abbiamo giocato contro il Barcellona e abbiamo vinto, ora giochiamo contro l'Huesca e ci sono gli stessi tre punti in palio".

Parlando dell'audio tra Benzema e Mendy in cui si metteva in cattiva luce Vinicius Jr., Zidane spegne le polemiche: "È un bene che queste cose accadano, molte cose accadono in campo a caldo, ma ora ci sono tante telecamere e queste cose si vedono regolarmente. Non c'è nessun tipo di problema, anzi: si sono allenati molto bene e questa è la cosa più importante, che la nostra energia sia per la partita di domani e nient'altro. Tutto  chiarito".

Chiosa dedicata a Eden Hazard, di nuovo in campo nell'ultima porzione di partita contro il Gladbach: "Adesso sta bene, ecco perché siamo felici. Si sta allenando bene, ogni giorno è con noi in gruppo. La cosa più importante è la sensazione che ha ed è buona. Gli infortuni complicano sempre le cose, spero che il resto degli acciaccati possano essere presto disponibili". 

Sezione: L'avversario / Data: Ven 30 ottobre 2020 alle 14:01
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print