Nel corso della conferenza stampa successiva alla partita persa contro l'Inter, il tecnico del Parma Roberto D'Aversa ribadisce come l'esito finale non abbia a suo dire rispecchiato l'andamento della gara recriminando però sulle diverse occasioni sciupate: "Quando dico che dobbiamo lavorare sugli errori commessi è sul fatto che abbiamo avuto sette occasioni da gol clamorose, non tutte su ripartenze, tante situazioni sono state costruzioni di gioco, dove sappiamo che la squadra avversaria si difende in una certa maniera. Il gol che si è mangiato Andreas Cornelius dove ha sfiorato il palo non era una ripartenza, il gol che ha sbagliato Dejan non era una ripartenza, erano tutte situazioni create: credo che sotto l’aspetto del gioco e delle occasioni cerate non c’è stata partita, il risultato purtroppo vede vittoriosi loro quindi merito all’Inter che ha portato a casa una partita dove sotto tutti i punti di vista secondo me avremmo meritato noi, ma se non è successo vuol dire che qualche errore lo abbiamo commesso nel non sfruttare le tante occasioni create e nel concedere due situazioni da gol di cui una su palla inattiva e l’altra su un cross nel quale ci siamo comportati male in fase difensiva”.

Un commento anche sull'arbitraggio di Fabio Maresca e sul concitato finale: "Sulla situazione del calcio d’angolo stavo effettuando due cambi, Laurini mi aveva chiesto il cambio e ha avuto il crampo proprio in quella situazione; su quel gol abbiamo perso un uomo per proteste, non so cosa abbia detto all’arbitro; quello che mi fa rabbia è il quarto uomo che dice di ammonire sia me che il Team Manager, in una situazione in cui ci voleva del tempo perché io stavo già effettuando due cambi con l’espulsione quindi il tempo di cambiare qualcosa lo dovevo avere, non era assolutamente una perdita di tempo. Ma ripeto, al di là di alcuni giudizi della partita quello che devo fare io è non cercare alibi, sono arrabbiato ma quello lo siamo tutti quanti, perché in una partita del genere portare a casa zero punti ci deve fare rabbia, dispiace ma penso ci debba essere un po’ rispetto a prescindere dal colore della maglia”.

Sezione: L'avversario / Data: Lun 29 giugno 2020 alle 12:24 / Fonte: Parmacalcio1913.com
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print