"Ci sono sensazioni forti, una grande attesa. L’importanza è particolare, non ce lo possiamo nascondere". Così Hakan Calhanoglu parla alla Gazzetta dello Sport in vista del derby di domenica sera.

Okay, questo in generale: ma lei come ci arriva? Se lo chiedono in molti.
"Il calcio è una questione di tempi. Ci sono alti e ci sono bassi. Io, per carattere, sono sempre focalizzato sul gruppo e non su me stesso. Comunque sono felice per come sono andate le ultime due-tre settimane, la situazione è migliorata".

Il pronostico non glielo chiediamo, ma che sensazioni ha sul derby?
"Abbiamo grande rispetto per l’Inter, sappiamo che sarà durissima e che dovremo dare il 150%, ma noi siamo in grande forma. Ci sentiamo forti, ci sentiamo bene e stiamo facendo un ottimo percorso grazie ai grandi numeri di Piatek".

Immagini la cartolina ideale per domenica sera.
"Mi piacerebbe fare l’assist per il gol vittoria di Krzysztof. Lui e Paquetà sono entrati nel gruppo velocemente. Questa è una squadra molto unita, che si aiuta. Siamo più di una famiglia. Il più simpatico per me è Kessie".

Chi toglierebbe all’Inter?
"Direi Politano. Icardi? Per loro è importante, ma sono faccende che non ci riguardano".

Se lo sarebbe immaginato di arrivare al derby più in alto dei nerazzurri?
"Nella testa c’è sempre stata l’idea di avvicinarci. E il Napoli deve fare attenzione a non perdere altri punti. Siamo in piena corsa Champions e non siamo lontani da serate come quella della Juve dell’altra sera".

VIDEO - TRAMONTANA NE HA PER TUTTI: NON SI SALVA NESSUNO

Sezione: L'avversario / Data: Ven 15 Marzo 2019 alle 09:40 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print