Milan Skriniar sarà impegnato sabato in Croazia-Slovacchia contro il suo compagno di squadra all'InterMarcelo Brozovic. Una gara in cui la nazionale slovacca ha bisogno di punti. "Non vediamo l'ora - dice il centrale interista a sport.sk - In molti non si fidano di noi dopo la gara di andata. Faremo tutto il possibile per rendere la partita completamente diversa e vincere. Dobbiamo migliorare tutto rispetto al primo incontro. Ripartiamo dalla gara contro il Galles, con cui siamo riusciti a giocare una buona partita, ma dovremo fare ancora meglio. E' vero, la Croazia ha preso sei gol dagli spagnoli dopo la finale al Mondiale, ma non dobbiamo contarci troppo. Hanno grandi giocatori che possono fare grandi cose. Dobbiamo concentrarci su noi stessi e non avere cali di tensione".

Skriniar afferma di averne parlato proprio con Brozovic. "Mi ha detto che i giocatori non sono soddisfatti del fatto che avranno una grande partita in un piccolo stadio. Combatteremo per un buon risultato. Certo, vogliamo vincere. La prima partita ci ha mostrato di cosa sono capaci. Dobbiamo fare del nostro meglio e credere nelle nostre capacità".

Quindi il capitolo Inter. "È stato difficile abituarsi al modulo con tre difensori. È stato un grande cambiamento - dice ancora Skriniar -. Non ho alcun problema nel dover passare ora a una linea difensiva a quattro. In realtà non c'è grande cambiamento rispetto alle squadre che giocano 3-5-2 in modo più difensivo. Tuttavia, il nostro allenatore vuole che siamo aggressivi e in molte situazioni devo affrontare le cose che nelle difese a quattro sono responsabilità dei laterali. L'allenatore vuole che manteniamo pressione sull'avversario in modo da non schiacciarci. Mi sto abituando". 

Positiva, ad oggi, la stagione dei nerazzurri. “In campionato stiamo andando abbastanza bene e siamo molto soddisfatti. In Champions League un po' 'meno. Tutti lavorano per raggiungere il successo. Passiamo da una partita all'altra. Finora il campionato è equilibrato, ma abbiamo la squadra per poter vincere. C'è ancora molto da fare e dobbiamo concentrarci su ogni gara. Dobbiamo evitare cali. Conte? Ovunque è andato ha vinto qualcosa. Vuole trasmettere la mentalità vincente che manca da anni. Ora sta cambiando qualcosa. Credo che continuerà così in campionato e in Champions League ancora di più. Mi dispiace che nonostante avessimo i tre punti in tasca nel primo tempo della partita con il Dortmund, alla fine abbiamo perso. Qualificarsi non è irrealistico". Le prime difficoltà in Europa si erano viste già contro lo Slavia. "In Italia forse non se n'erano resi conto, ma sapevo che sarebbe stata una partita estremamente difficile. In campionato lo Slavia va chiaramente verso il titolo, in Europa gioca un calcio eccellente. Ho visto l'atteggiamento a Barcellona e non si sono fatti schiacciare".

VIDEO - DELIRIO TRAMONTANA AL GOL DI BARELLA!

Sezione: In Primo Piano / Data: Gio 14 Novembre 2019 alle 12:15
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print