I dubbi di Josè Mourinho ruotano intorno a Wesley Sneijder; giocherà o no? In caso non dovesse farcela, lo Special One ha pronta l’alternativa che si chiama Goran Pandev. Il macedone fungerà così da trequartista, partendo da una posizione più centrale, rispetto al ruolo di ala destra di mercoledì a sera contro il Livorno. L’Inter che si appresta a scendere in campo all’Olimpico, l’Inter che ha in mente Josè Mourinho, è un’Inter offensiva. Il compito dell'ex Lazio (profumo di derby) di stasera, almeno che Mourinho non stupisca come sempre e mandi in campo il suo asso olandese, sarà quello di distribuire assist, leggera differenza rispetto a Sneijder, autentico uomo d’ordine in mezzo alle linee, abile nell'abbassarsi a centrocampo e gestire il pallone. Pandev, due gol nei derby romani negli ultimi due anni, innescherà la coppia gol Diego Milito-Samuel Eto’o, garanzia di pericolosità. Con Pandev alle loro spalle andrebbero a comporre un modulo che ha schiantato il Chelsea e prima ancora la Dinamo Kiev, un 4-2-3-1 super offensivo con l’Inter che preme sempre il pedale dell’acceleratore. Un'Inter quindi in versione Champions League quella che si appresta a sfidare la Roma, visto che Ranieri dovrebbe imbottigliare Maicon sulla destra; di conseguenza il rombo è uno schema che è teso ad aprire il gioco e smarcare il brasiliano per lanciarlo sul fondo. Il numero 13 è in grande condizioni e Mou non lo sacrificherà in difesa in attesa di Riise.

Per il resto, formazione confermata: davanti a Julio Cesar, oltre a Maicon, agirà la coppia Lucio-Samuel con Cristian Chivu a sinistra; il centrocampo è quello di mercoledì: confermatissimi Zanetti e Cambiasso, Thiago Motta si candida prepotentemente al ruolo di mezz’ala di sinistra, dopo l’ottima prestazione con Livorno. Servirà la sua gestione di palla per tenere a bada De Rossi e Perrotta, giocatori molto più fisici e dinamici rispetto a lui. Con la probabile assenza di Sneijder, la sua qualità è importante.

Per quanto riguarda Ranieri, il dubbio è sempre il solito, Francesco Totti. In pratica, come Mourinho per Sneijder, il tecnico giallorosso deciderà solo all'ultimo se puntare dall'inizio sul capitano. Più probabile, invece, che Totti inizi dalla panchina, con il trio Taddei, Perrotta e Vucinic alle spalle di Toni. A centrocampo agiranno Pizarro e De Rossi, mentre in difesa, davanti a Julio Sergio, completeranno il repartoCassetti, Burdisso, Juan e Riise.



 

ROMA (4-2-3-1): Julio Sergio; Cassetti, Burdisso, Juan, Riise; Pizarro, De Rossi; Taddei, Perrotta, Vucinic; Toni.
A disposizione: Doni, Mexes, Motta, Brighi, Totti, Baptista, Menez. All.: Ranieri

INTER (4-3-1-2): J.Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu; Zanetti, Cambiasso, Motta; Pandev, Eto'o, Milito
A disposizione: Toldo, Cordoba, Materazzi, Mariga, Stankovic, Muntari, Sneijder. All.: Mourinho

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 27 marzo 2010 alle 11:58
Autore: Alberto Casavecchia
vedi letture
Print