"Grande lavoro fisico in settimana? Non vogliamo trovare scuse, ma il mio preparatore Pondrelli mi aveva spiegato che avremmo dovuto fare un lavoro di forza, altrimenti ci sarebbe mancata la brillantezza più avanti. Credo che i ragazzi abbiano pagato questo. Tanto è vero che li ho visti abbastanza appensantiti e ho fatto i cambi per evitare infortuni". Così Walter Mazzarri spiega il ko di Francoforte, da molti già definito un netto passo indietro rispetto all'Inter bella e compatta vista negli Usa. 
"Non c'è stata brillantezza, eravamo poco lucidi. Penso che dipenda solo dal grande lavoro.

In questa fase della stagione si fa presto a fare grandi gare e, magari, fare meno bene in altre. Basta che manchi un po' la condizione e la lucidità e possono capitare dei piccoli incidenti di percorso. Fino al nostro gol non avevamo subito nulla e comunque in certe cose bisogna stare più attenti: probabilmente inconsciamente quando siamo andati in vantaggio abbiamo mollato un pochino nonostante il tanto lavoro. Nel secondo tempo abbiamo limitato i danni: Kovacic ed Hernanes dovevano mettere minuti nelle gambe".
Poi sui prossimi impegni: "Per l'amichevole in Grecia ci servirà agonismo, poi avremo la settimana tipo per preparare al meglio l'Europa League".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 10 agosto 2014 alle 18:41 / Fonte: Inter.it
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print