Il lavoro di Antonio Conte lo si nota non solo guardando la classifica dell'Inter, ma anche verificando la crescita di tutti i singoli giocatori della rosa. Una crescita evidente sul campo, che si riflette anche nelle valutazioni dei vari cartellini. Era successo in passato e succede anche a Milano. Non a caso, la Gazzetta dello Sport parla di Conte come "moltiplicatore".

Su tutti, Lukaku: il belga - secondo quanto riferisce la Gazzetta - è cresciuto talmente tanto da valere più di 100 milioni. Stesso discorso per Lautaro e Hakimi: l'argentino 'pesa' almeno 70 milioni, il marocchino molto più dei 40 milioni per i quali fu acquistato un anno fa. E poi c'è Barella, altra perla: in un anno e mezzo, il centrocampista sardo ha visto lievitare la sua valutazione. E che dire di Bastoni? L'Inter investì 31 milioni per lui e adesso ne vale almeno il doppio. "Soltanto Eriksen ha davvero rischiato di deprezzarsi, ma la semina ha funzionato anche in questo caso: per mesi era un Amleto danese in cerca di sé, ma ora brilla pure lui nel raccolto di Conte", sottolinea la rosea.

VIDEO - TRAMONTANA: "NON SI PUO' CHIEDERE DI PIU' A QUESTA SQUADRA, MANCA SOLO UN TIPO DI GIOCATORE"

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 13 aprile 2021 alle 08:15 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print