in primo piano

Calhanoglu: “Felice di essere all’Inter, voglio vincere lo scudetto. Ho sentito cose belle da Inzaghi”

Calhanoglu: “Felice di essere all’Inter, voglio vincere lo scudetto. Ho sentito cose belle da Inzaghi”

Dopo le visite mediche, la firma sul contratto e l'ufficialità della firma fino al 2024, è il momento delle prime parole a tinte nerazzurre di Hakan Calhanoglu, affidate alla tv di casa dell'Inter:...

Stefano Bertocchi

Dopo le visite mediche, la firma sul contratto e l'ufficialità della firma fino al 2024, è il momento delle prime parole a tinte nerazzurre di Hakan Calhanoglu, affidate alla tv di casa dell'Inter: "Sensazioni? È una grande cosa, l’Inter è una grande squadra e un grande club con grandi tifosi - dice il turco ai microfoni di InterTV -. Sai cosa vuol dire per me arrivare qui, sono molto contento e felice. Ora devo aspettare 20 giorni di vacanza, ma è una sensazione grande. Anche quest’anno vogliamo vincere lo scudetto anche quest'anno, poi si vedrà".

Sei arrivato qui nel punto più alto della tua carriera?"Sì, il primo anno è stato difficile per me perché non parlavo la lingua italiana e non conoscevo la città. Poi ho conosciuto tanti amici e ho iniziato a maturare: ora qui ho tanto amici e colleghi, in campo e fuori. Nell’ultimo anno ho giocato molto bene con Pioli, ero nel mio ruolo che mi piace e quest’anno secondo me devo fare lo stesso". 

Hai parlato di questo con Inzaghi?"Sì, abbiamo già parlato di questo. Conosco il suo 3-5-2 o 3-4-1-2. Mi piace molto come ha parlato, ho sentito tante cose belle. Ci sono obiettivi grandi, anche io voglio vincere qualcosa in Italia". 

Solo Messi ha segnato più punizioni di te dal 2013. Qual è il tuo segreto? "Il segreto è sempre lavorare: è un 50 e 50 tra talento e lavoro, come nel tennis. Poi mi devo ancora allenare, spero di fare tanti gol così". 

Nessuno come te in Europa per occasioni create. Meglio fare un gol o fare un assist?"Meglio fare un assist perché dentro di me non c’è l’egoismo di fare gol. Prima c’è la squadra". 

Emre ha detto di essere felice di vederti qui."Abbiamo parlato, era molto felice. Ha detto belle cose dell’Inter, che qua si lavora bene e che siete organizzati in tutti i reparti. Mi ha detto che l’Inter è un grande club e che mi devo divertire". 

Cosa pensi di aggiungere al centrocampo?"Qualità e quantità, bisogna soffrire perché nessuno ti regala una maglia. Se lavori e soffri la chance arriva sempre".

Qual è il tuo obiettivo personale? "Non solo per me, ma spero che per tutti i miei compagni sia un campionato senza infortuni. Poi voglio vincere il campionato e fare grandi cose in Champions".

Un saluto ai tifosi:"Ciao a tutti i tifosi interisti, sono molto felice di essere qui. Spero che ci vedremo presto a San Siro. Forza Inter!".