Il tecnico dell’Inter Walter Mazzarri ha commentato la sconfitta dello Juve Stadium ai microfoni della Rai. ecco le sue parole: “8 punti in 10 partite? Noi lavoriamo tutti i giorni per migliorare. Mi sono fatto sentire per il secondo e terzo gol che non si possono prendere come fatto. Lo accetti su azioni manovrate, così no. Vuol dire che dobbiamo migliorare in cattiveria e attenzione. Palacio unica punta? E' la prima partita che gioca come nel girone d’andata. Giocare con due punte dipende anche dall’avversario che hai davanti. Pirlo? Kovacic doveva uscire prima, lo ha fatto solo qualche volta. Non era previsto partisse basso. Le contrapposizioni erano nette, era facile la gara tatticamente. Se Pirlo era solo vuol dire che Kovacic era solo. Gli altri facevano pressing e non buttavano via la palla, o forse correvano più di noi. Io credo che ora i giocatori abbiano bisogno di fare esperienza. Non mi sento la squadra in mano? Credo che mi seguano al 250%. Troppe aspettative su Hernanes? Un giocatore non cambia mai una squadra. Se lo sappiamo valorizzare ha le caratteristiche giuste per giocare nell’Inter del prossimo anno, può decidere anche sui calci da fermo.

Ci può aiutare fin da subito. A Kovacic le chiavi del centrocampo? Non avevo grandi alternative oggi. Dovevo chiedere un centrocampista sul mercato? Cambiasso si è fatto male, ma da domani Hernanes e Guarin sono a disposizione. Si può sempre migliorare, ma a livello numerico eravamo in emergenza. Oggi Botta è entrato ed ha fatto bene. Milito sta tornando e Icardi si inizia ad allenare. Palacio è sfortunato sotto porta, è un momento così. Risposte? Ho le idee più chiare su cosa ci sarà da fare. E’ entrato bene D’Ambrosio. I due nuovi ci daranno qualcosa di diverso. Dalla prossima volta lo metteremo in pratica per fare la prima vittoria in questo periodo. Juve più forte nelle individualità? Considerazioni che fate voi, per me la tattica era molto semplice. Alvarez e Jonathan involuti? Oggi è la partita meno adatta per fare considerazioni. Pensiamo al Sassuolo e gara dopo gara. Facciamo passare questo momento e poi faremo altre considerazioni...".

Sezione: Focus / Data: Dom 02 febbraio 2014 alle 23:55
Autore: Luca Pessina / Twitter: @LucaPess90
vedi letture
Print