Mentre resta il mistero sull'entità della multa (ma si parla di un totale tra i 50mila e i 100mila euro), ieri Mauro Icardi ha ricominciato una vita normale con la maglia dell'Inter. "Cosa sia passato nella testa di Maurito dopo tre giorni infernali non è dato a sapersi, ma di certo ha fatto di tutto per dimostrarsi degno della fascia tanto contestata dagli ultrà - conferma la Gazzetta dello Sport -. Era il grande osservato della serata e ha giocato la sua partita tutta cuore e affanni.

Malgrado la vittoria, anche per lui è stata una gara avara di soddisfazioni. Le gare senza reti sono salite a 6 (è fermo alla doppietta di Empoli, il 21 settembre, mentre in Europa non segna da fine 2014), ma in campo ha parlato con arbitro e compagni - addirittura battendo più volte la mano sul petto di Brozovic dopo l’espulsione - più ieri che nei tre anni precedenti. E ha corso senza risparmiarsi, portando spesso un pressing solitario. Un segnale importante, aspettando il ritorno al gol".

Sezione: Focus / Data: Ven 21 ottobre 2016 alle 08:30 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print