Che impatto avrà l'emergenza Coronavirus sul Fair Play Finanziario? A sentire ciò che filtra dall'Uefa, esiste la possibilità di rendere più morbide le norme, anche perché nel regolamento attuale è già previsto questo scenario particolare. L’articolo 68 - evidenzia Calcio e Finanza - in particolare sottolinea: "Se uno dei requisiti di monitoraggio (riguardo il breakeven e l’assenza di debiti scaduti, ndr) non è soddisfatto, l’organo di controllo finanziario dei club del massimo organismo del calcio continentale prende una decisione, compresa la possibilità di concludere un accordo transattivo con il licenziatario, prendendo in considerazione altri fattori come definiti come 'cause di forza maggiore' e i 'potenziali cambiamenti nell’ambiente economico'.

Due situazioni che corrispondono alla situazione attuale; per questo motivo, l’Uefa potrà applicare questi criteri, andando ad analizzare la situazione caso per caso. "L’Uefa potrebbe tuttavia anche decidere di intervenire a livello generale, con nuove indicazioni per i club", ipotizza C&F

Sezione: Focus / Data: Mer 25 marzo 2020 alle 19:13
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print