È il nome nuovo accostato all’Inter che sarà. Lincoln, attaccante classe 2000 del Flamengo, in passato avvicinato a colossi mondiali come Real Madrid, Barcellona e Manchester United, secondo quanto riportato dai media brasiliani potrebbe essere inserito in uno scambio con Gabriel Barbosa. Con la formazione carioca che acquisirebbe in toto il cartellino della punta oggi al Santos, e girerebbe ai nerazzurri poi in prestito per 18 mesi, con un riscatto già fissato a priori, il giovanissimo talento non ancora maggiorenne.

In esclusiva per FcInterNews.it, Frederico Pena della TFM Agency, procuratore del garoto di Serra, racconta nei particolari chi sia il suo assistito e fa chiarezza sulla sua situazione.

Lincoln sta maturando molto. Si può affermare che oggi sia uno dei migliori attaccanti che ci sono in Brasile?
“Ha vissuto un anno di grande crescita. Nel quale, tra gli altri, posso segnalare la rete importantissima contro il Gremio, nei quarti di finale della Coppa Brasiliana. Sfortunatamente poi il cambio di allenatore, a causa dell’eliminazione nella semifinale del torneo, lo ha pregiudicato. Per Mauricio Barbieri era chiaro che la miglior opzione per Lincoln fosse quella della titolarità. Poi con l’arrivo di Dorival, un mister al quale chiaramente non piace giocare con giovani, il ragazzo è uscito dall’undici di base, con Uribe schierato al suo posto. Devo però dire che pur non avendo disputato così tanti minuti, aver collezionato a soli 17 anni 26 presenze con una squadra tanto importante come il Flamengo, non è di certo facile. Per questo non lo definirei come uno dei migliori attaccanti oggi in Brasile, ma come quello con il maggiore potenziale di tutta la Nazione”.

Pensa sia già pronto per il salto in Europa?
“Credo sia preparato per finalizzare la sua transizione nel Vecchio Continente. Per i grandi giocatori è sempre meglio trasferirsi il prima possibile per adattarsi più velocemente alla cultura calcistica d’élite”.

A quanto ammonta la sua clausola?
“A 50 milioni di euro”.

In Italia, già da tempo a dire il vero, il suo nome è stato accostato all’Inter. Che pensa di questa squadra?
“Una squadra gigante. Con due grandissimi attaccanti come Icardi e Lautaro Martinez. E giocatori importanti, miei connazionali, come Miranda o Dalbert, con quest’ultimo che tra l’altro è cresciuto nella cantera del Flamengo. In più Milano è una città storica per i brasiliani. Sia per l’Inter che per il Milan”.

Da voi i media locali hanno parlato di un possibile scambio con Gabigol. Cosa ne sa? Sarebbe una possibilità gradita?
“Sarebbe una bella opzione per tutti. Gabigol è un attaccante grandissimo. E per i piani del Flamengo, che vuole essere la miglior squadra del Sudamerica, si tratterebbe di un giocatore eccellente, proprio per la sua maturità. Anche per l’Inter però sarebbe eccellente, perché convertirebbe il suo investimento in un elemento con le stesse grandi qualità. Barbosa sfortunatamente non ha sfondato con i nerazzurri, ma resta un calciatore fortissimo”.

VIDEO - ECCO CHI E' LINCOLN, GIOIELLO DEL FLAMENGO

Sezione: Esclusive / Data: Mer 31 Ottobre 2018 alle 16:03
Autore: Simone Togna / Twitter: @SimoneTogna
Vedi letture
Print