Sono giorni caldissimi per il futuro di Rolando, difensore centrale classe 1985, in prestito secco all’Inter dal Porto, ma con un diritto di riscatto fissato a 4 milioni di euro a favore della società nerazzurra. Ad oggi, il riscatto è praticamente certo: il direttore sportivo Piero Ausilio, anche grazie alla mediazione di un agente Fifa italiano, sta lavorando con i portoghesi per tentare di abbassare ancora di più la cifra del riscatto. L’obiettivo è arrivare a 3 milioni, ma l’operazione non è facile.

In seconda battuta, una volta raggiunto l’accordo con il Porto, si lavorerà con l’entourage del giocatore, rappresentato da  João José Santos Cardoso da Silva, per mettere nero su bianco al nuovo contratto. Secondo quanto risulta a FcInterNews.it, al giocatore verrà proposto un biennale, con scadenza a giugno 2016, ma con una possibile opzione a tutta la stagione 2017, con un ingaggio che aumenterebbe rispetto all’attuale, che è di 1,2 milioni, passando così ad una cifra compresa tra gli 1,5 e 1,8 milioni.

Tutte le discussioni sono comunque già cominciate e andranno avanti sia questa settimana che la prossima. L’intesa c’è, sia con il club che con il giocatore: quello che resta in ballo sono cifre, comunque piccole, che serviranno a sistemare tutto. Rolando sarà quindi il nuovo pilastro della difesa nerazzurra, grazia anche al volere di Walter Mazzarri che lo portò a Napoli, e che lo ha confermato in questa sua esperienza all’Inter.

Sezione: Esclusive / Data: Mer 19 marzo 2014 alle 14:30
Autore: Giuseppe Granieri
Vedi letture
Print