Il Lione prova l'allungo per Oliver Giroud. Rudi Garcia ha messo il centravanti della Nazionale francese in cima alla lista dei desideri per rinforzare l'attacco. Lo stesso Giroud vede di buon occhio il ritorno in Ligue1 per giocare titolare e mantenere il posto fissò con la formazione Campione del Mondo di Deschamps in vista di Euro2020. L'OL mette sul piatto 30 mesi di contratto da 12 milioni complessivi: 4 da qui a giugno e un biennale da 4 netti. Una offerta importante al netto del fatto che il Chelsea non ha ancora dato il via libera ufficiale alla cessione e vorrebbe almeno 7-8 milioni per liberarlo con sei mesi d'anticipo rispetto alla naturale scadenza del contratto con i Blues.

E l'Inter? Antonio Conte da metà ottobre l'ha richiesto espressamente. Giroud sarebbe l'ideale vice Lukaku e inoltre che caratteristiche che nessuna punta vanta nell'organico offensivo nerazzurro. Se partisse Matteo Politano (piace a Fiorentina, Atalanta, Parma e Napoli) allora Suning potrebbe tornare alla carica per il centravanti classe 1986. La dirigenza nerazzurra monitora la situazione e resta costantemente aggiornata sulla vicenda, pronta eventualmente a entrare in azione anche se l'Inter preferirebbe prendere Giroud con un contratto di 18 mesi invece che 30 alle stesse cifre proposte dal Lione. Un duello dal quale sembra esclusa - nonostante le voci delle ultime ore - la Juventus, anche se ormai Paratici come un'ombra segue le mosse interiste di mercato. Con l'intento di alzare il prezzo. Classiche manovre di disturbo (Vidal e Giroud) che certificano come il duello Inter-Juve sia destinato a infiammare sempre di più il calcio italiano. In palio lo scudetto ma anche il dominio del nostro calcio. E l'Inter dalle parti di Torino inizia a fare paura...

Sezione: Esclusive / Data: Ven 27 Dicembre 2019 alle 21:48
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print