"Voglio tornare in Italia". Il messaggio via social e web l'ha spedito da giorni e a più riprese in tante interviste. Il lui in questione risponde al nome di Sebastian Giovinco. La Formica Atomica è un vecchio pallino di Antonio Conte, che spinse parecchio nell'estate 2012 per farlo riscattare dal Parma (era in comproprietà) e averlo alle sue dipendenze in bianconero. Insieme alla Juventus hanno vinto 2 scudetti più varie coppe.

Un rapporto fortissimo quello tra la l'attaccante e il tecnico salentino. Per questo il sogno di Giovinco sarebbe quello di rientrare dalla porta principale in Serie A: quella dell'Inter. In un ruolo da jolly offensivo - d'altronde in rosa non c'è tra i nerazzurri un attaccante di fantasia con le sue caratteristiche - prendendo il posto di Alexis Sanchez come vice Lautaro Martinez. Una scommessa intrigante, che stuzzica Conte che ha saputo sfruttare al meglio le doti dell'ex Toronto. Operazione low cost, probabilmente anche anche parametro zero per quanto riguarda il cartellino.

L'Inter a oggi sembra orientata su altri profili (Olivier Giroud e Dries Mertens), ma non ha chiuso le porte del tutto, anche se non la ritiene una opzione primaria. Meglio tenere i radar accesi. Anche perché lo zampino nerazzurro potrebbe comunque esserci nel ritorno in Italia di Giovinco. Il Parma lo aveva già corteggiato a gennaio, ma l'ingaggio elevato del fantasista (6 milioni) rese complicato l'affare. E i ducali potrebbero chiedere una sponda all'Inter come accaduto ad agosto per Matteo Darmian. Nel solco di una sinergia di mercato Inter-Parma sempre più forte.

Il suo nuovo agente (Andrea Cattoli) è già al lavoro in tal senso da giorni. Giovinco scalpita e non vede l'ora di tornare a viaggiare sulla A1. Sognando in un posto tra i 23 azzurri per Euro 2021. In attesa di capire a quale svincolo indirizzarsi...

Sezione: Esclusive / Data: Gio 09 aprile 2020 alle 13:15
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print