Sebastiano Esposito non sarà uno Zaniolo 2.0. Diversa la caratura dei due: l'attuale centrocampista della Roma viene ritenuto un ottimo giocatore ma non un campione. Quello che, invece, può diventare Seba, che a 17 anni sta stregando l'Europa dimostrando stimmate da fuoriclasse in grado di imporsi in Prima Squadra fino alle soglie della nazionale nel giro di un paio d'anni. Per questo i dirigenti nerazzurri in questi giorni hanno immediatamente respinto al mittente le avance arrivate dalla Capitale per il classe 2002. Sia Roma sia Lazio, infatti, nell’ambito dei discorsi per Edin Dzeko e il sondaggio per Sergej Milinkovic-Savic hanno chiesto in contropartita il gioiello di Castellammare di Stabia. Tutto inutile. Per l'Inter non ha prezzo e non è in vendita.

CONTE STREGATO - Esposito, infatti, oltre al futuro rappresenta anche per il presente nerazzurri. Antonio Conte è rimasto stregato dal suo talento e ha intenzione di confermarlo in Prima Squadra al termine della preseason. Seba sarà il jolly offensivo dietro i tre tenori Lukaku-Lautaro-Dzeko nelle idee del tecnico salentino. Con Matteo Politano sempre nel mirino di Fiorentina, Roma e Atalanta e che potrebbe essere sacrificato in caso di offerta importante.

Sezione: Esclusive / Data: Dom 11 Agosto 2019 alle 18:38
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print