Con la pausa natalizia ormai prossima, l'Inter deve affrontare un'ultima fatica in questo 2019, al Meazza contro il Genoa sabato prossimo. Della gara non farà parte Lautaro Martinez che, diffidato, è stato ammonito a Firenze e quindi squalificato, dando così arrivederci ai colori nerazzurri al 2020. Un 2020 che rischia di vederlo grande protagonista in chiave mercato, perché resta sul tavolo una condizione contrattuale che ad oggi non può lasciare la dirigenza nerazzurra del tutto serena, nonostante l'attaccante di Bahia Blanca abbia più volte sottolineato di trovarsi bene a Milano.

Il contratto lega Lautaro all'Inter fino al 2023, ma la clausola rescissoria da 111 milioni e valida dal 1° al 15 luglio non va presa sotto gamba, vista anche l'esplosione del giocatore a livello internazionale, un raggio di luce che ha attirato numerose falene dall'estero. Tant'è che dopo un primo contatto a margine di Inter-Roma, l'entourage del numero 10 nerazzurro ha incassato la disponibilità di Suning a rivedere l'ingaggio al rialzo, quasi raddoppiandolo (verso i 4 milioni), purché si intervenga anche sulla clausola. L'obiettivo è cancellarla onde evitare grattacapi in estate, ma anche raddoppiarla potrebbe essere una soluzione. Nel mentre, il telefono degli agenti dell'argentino continua a essere caldo e contatti con altri club ce ne sono stati e ce ne saranno ancora, con disponibilità sia a pagare la clausola sia a garantire uno stipendio più alto al classe '97 ex Racing de Avellaneda.

Cifre ufficiali ancora non ce ne sono, ma si parla ovviamente di almeno 5-6 milioni a stagione, più di quelli proposti ad oggi dai nerazzurri. Dell'interesse del Barcellona si sa da tempo, così come di quello del Manchester United e del Manchester City. In tal senso, lo scorso weekend l'entourage di Lautaro è stato a Londra per assistere ad Arsenal-Manchester City e parlare con la dirigenza dei Citizens in ottica estiva. Martinez viene infatti considerato il degno erede di Sergio Aguero ed è ovvio che ci sia interesse nei suoi confronti. In ultimo, alla lista delle società che apprezzano Martinez recentemente si è iscritto anche il Paris Saint-Germain. Solo una chiacchierata informale con Leonardo, non certo che Mauro Icardi voglia rimanere sotto la Tour Eiffel a fine stagione e in cerca di una punta di alto profilo.

Ma al di là dei contatti e dei viaggi, la preferenza del giocatore in caso di addio all'Inter resta al Barcellona. Troppo affascinante il blasone dei blaugrana e il richiamo di Lionel Messi, meno quello della Premier League. Il tutto tenendo sempre presente che da qui a luglio ci saranno 6 mesi in cui Beppe Marotta e Piero Ausilio lavoreranno per accontentare Lautaro e convincerlo a firmare un nuovo contratto, più ricco ma senza l'assillo della clausola. La partita è ancora agli inizi e il pallino del gioco è ancora in mano all'Inter, che non ha la minima intenzione di lasciar andare il campione che all'improvviso si è ritrovata tra le mani.

VIDEO - NATALE IN CASA INTER: DA ZHANG A CONTE, DA LUKAKU A D'AMBROSIO. E TUTTE LE COMPAGNE. 

Sezione: Esclusive / Data: Mar 17 dicembre 2019 alle 15:20
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print