Una precisa progettualità nella strategia del Public Investment Fund (Pif), il fondo sovrano saudita interessato all'acquisizione dell'Inter, con l'obiettivo di diversificare le entrate e gli investimenti andando oltre alla "sola" esportazione di petrolio. 

L'edizione odierna di Calcio e Finanza approfondisce il progetto di cambiamento della Saudi Vision 2030 volto a cambiare l’economia e dell’immagine internazionale dell’Arabia Saudita. Fra i 13 settori strategici individuati dalla conferenza (promossa tra l'altro dallo stesso Mohammad bin Salman, a capo del gruppo di investimenti) emerge la voce Entertainment, Leisure and Sports, discorso nel quale si inserisce, appunto, l'Inter. Una strategia non soltanto di natura economica, aprendosi alle possibilità di investimento nel mondo del calcio e di una squadra in crescita (a livello di marchio commerciale) come l'Inter; si parla infatti di un piano a promuovere l'Arabia Saudita nel mondo come brand, rilanciando la propria immagine nel panorama internazionale a seguito, considerando le varie questioni vigenti, delle recenti questioni sull’omicidio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Il tutto potendo contare, tra l'altro, su un valore di mercato del fondo pari a 347 milioni di dollari. 

Sezione: Copertina / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 12:34 / Fonte: calcio e finanza
Autore: Stefano Carnevale Schianca / Twitter: @SchiancaStefano
Vedi letture
Print