L'Inter vince e supera Atalanta e Lazio (per differenza reti), piazzandosi nuovamente al secondo posto. Le parole di Antonio Conte nel post sono sembrate chiare, concilianti e di prospettiva. "Sono stato chiamato per un progetto triennale per riportare l’Inter dove merita. Ci vuole del tempo, anche se altre volte ho sorpreso portando alla vittoria al primo anno la squadra. Io sono arrivato con entusiasmo, ho iniziato un progetto che per ora dura tre anni. Poi magari il presidente me lo allunga. Ma al tempo stesso non voglio essere di troppo: se qualcuno non fosse contento del mio lavoro, ma la momento mi dicono il contrario, io non starò a dispetto di nessuno", ha detto il tecnico nerazzurro ieri dopo la partita. E per la Gazzetta dello Sport parla di sfida rilanciata dal salentino.

Dall'altra parte, però, viene evidenziata l'esclusione di Christian Eriksen, che porta la rosea a parlare ancora una volta di "caso". "Conte rimette il trentacinquenne Borja Valero, il danese può attendere, cortesemente, seduto: seconda panchina di fila, la terza in quattro partite. Scelta tecnica, ma suona come una rivendicazione per un acquisto che ha subìto più di quanto non abbia perorato".

VIDEO - "VITTORIA MERITATA", MA QUALCUNO FA COMUNQUE ARRABBIARE TRAMONTANA...

Sezione: Copertina / Data: Mar 14 luglio 2020 alle 08:49 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print