Sensi, Barella e non solo: l'Inter torna ad avere una quota importante di italiani come non le accadeva dal 2003. Questo il dato sottolineato oggi da Tuttosport che ricorda: "L'ultima Inter a connotazione fortemente italiana fu quella messa tra le mani di Hector Cuper, stagione 2002-03 e quella fu una una squadra da corsa, capace di arrivare al secondo posto in campionato alla spalle della Juve e in semifinale di Champions, battuta dal Milan soltanto grazie a un paio di miracoli di Abbiati nel match di ritorno - si legge -. In quella squadra in rosa ne erano presenti dodici (più i giovani) ovvero Toldo, Fontana, Adani, Cannavaro, Materazzi, Serena, Pasquale, Coco, Di Biagio, Cristiano Zanetti, Morfeo, Vieri. In questa Inter, in attesa di Barella, siamo al momento siamo a nove: Padelli, Berni, Ranocchia, D’Ambrosio (tutti e quattro freschi di rinnovo), Gagliardini, Sensi (oggi la firma), Candreva, Politano e Bastoni. In lista - non va dimenticato - c’è pure Florenzi mentre Pinamonti ed Esposito verranno valutati in ritiro da Conte. Un’italianizzazione che è scelta precisa dell’ex ct, il quale - dopo i terremoti di un campionato fa nella gestione Spalletti - intende infondere nello spogliatoio quel senso di appartenenza che nella sua Juve detenevano i tanti senatori azzurri presenti in rosa".

Sezione: Rassegna / Data: Mar 25 Giugno 2019 alle 10:03 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print