Nei giorni del suo insediamento, Roberto Mancini aveva ricordato a Erick Thohir l'importanza di Fredy Guarin. "Il Mancio aveva spiegato al presidente come il colombiano sarebbe stato al centro del progetto e qualcuno, all’Inter, aveva pure aggrottato le sopracciglia viste le prestazioni del colombiano in nerazzurro - racconta il Corriere dello Sport -. Invece l'uomo di Jesi ha azzeccato la previsione e ha restituito autostima a un giocatore che ogni due per tre veniva fischiato da San Siro (per non parlare dei fatti di Reggio Emilia...) e che nel gennaio di un anno fa era stato venduto alla Juventus in un surreale scambio con Vucinic prima che la rivolta degli ultrà sotto la sede consigliasse a Thohir di bloccare l'operazione. E ora pure l'idea di uno scambio con il Paris Saint-Germain per Lavezzi si è arenata, mentre c'è chi a Palazzo Saras ringrazia il fatto che il Valencia, nell'ultimo giorno di mercato estivo, non sia andato più in là di una proposta di prestito con diritto di riscatto, sdegnatamente rigettata da Ausilio che aveva già bloccato Bonaventura per prendere il posto del colombiano". 

 



 

 
 

Sezione: Rassegna / Data: Lun 16 febbraio 2015 alle 11:50 / Fonte: Tuttosport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print