Europei in Italia? Serve riaprire l'Olimpico alla gente per almeno il 25% della capienza. La palla passa alla politica. Come riferisce la Gazzetta dello Sport, sono quotidiani i contatti fra la Figc e il ministro della salute, Roberto Speranza. E giovedì la Vezzali incontrerà Gravina per fare il punto della situazione sperando che nel conto alla rovescia siano arrivati dei segnali positivi. La scadenza ultima è quella del 19 aprile, giorno dell'esecutivo Uefa. "I progetti sono pronti. Prevedono differenti livelli di capienza, dal 25 al 40 per cento dello stadio - si legge -. Anche l’uso di una app specifica non risolve tutti i problemi perché naturalmente dovrebbero scaricarla tutti e inoltre i codici per gli acquisti del biglietto sono dell’Uefa, che organizza l’intera prevendita. Il piano Figc prevede che la condizione per entrare sia quella o di essere vaccinati o di aver effettuato un tampone rapido poche ore prima della partita. Quanto all’ipotesi che gli Europei possano essere preceduti da eventi 'apripista', prevale un certo scetticismo. Poche possibilità per una prova generale in Coppa Italia il 19 maggio a Reggio Emilia, qualcuna in più per un’apertura simbolica magari nelle ultime due giornate di campionato tornando ai mille spettatori di inizio stagione".

VIDEO - TRAMONTANA: "NON SI PUO' CHIEDERE DI PIU' A QUESTA SQUADRA, MANCA SOLO UN TIPO DI GIOCATORE"

Sezione: Rassegna / Data: Mar 13 aprile 2021 alle 10:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print