Eder insidia Ivan Perisic per il derby di stasera. Dopo mesi da leader, culminati con la prestazione monstre contro il ChievoVerona, il croato ha frenato e con lui tutta l'Inter. "Meno bionico nelle chiusure - vedi il gol dell’udinese Barak, quando sul più bello ha smesso di inseguire l’avversario - e meno ficcante in attacco, dove una squadra in cui manca chi salti l’uomo nello stretto e inventi qualcosa per aprire le difese barricate non può prescindere dai suoi strappi - sottolinea la Gazzetta dello Sport -. Anche i dati Opta confermano la tendenza recente. Perisic creava 2,53 occasioni da rete a gara fino al Chievo, poi è sceso a 1,67; metteva 5,53 cross e dopo la media è di 4; la precisione al tiro (le conclusioni nello specchio rispetto a quelle tentate) è passata dal 43% al 22%, con quella realizzativa crollata dal 18% allo 0.

Visto il fisico da decatleta che si ritrova, è difficile pensare che Perisic sia in difficoltà atletica. Più probabile che un elemento poco portato a trascinare il gruppo risenta di una flessione generale. Per diventare un top player Ivan però deve iniziare a pensare da leader. Lo psicologo Spalletti ci conta".

Sezione: Rassegna / Data: Mer 27 dicembre 2017 alle 12:09 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print