"La Milano di Eto’o è un mix di esperienze. Un’altalena tra la moda e la solidarietà, il calcio e la scuola, il dovere e il divertimento". La Gazzetta dello Sport spiega uno dei motivi principali, forse il primo, secondo cui un ritorno del camerunese all'Inter è tutto tranne che fantamercato. "Il perimetro della vita degli Eto’o è il centro, quello glamour e patinato: in via Turati (sì, proprio di fronte la sede del Milan) Samuel è proprietario di una casa da favola da 1000 metri quadrati, acquistata per 17 milioni nel maggio 2010. Una casa che in questi anni Eto’o non hai mai neppure pensato di vendere.

Gli Eto'o, invece, vivono all'interno del quadrilatero, location ideale per la moglie Georgette, a due passi dalle boutique, dalle sfilate e dagli appuntamenti della moda che adora. Milano è anche la città dove Eto’o ha lanciato iniziative di solidarietà per la sua Africa che non dimentica. Come l’evento 'Eto’o per l’Africa', un’asta di cimeli sportivi per i bambini africani, e dove ha presentato la biografia 'I piedi in Italia, il cuore in Africa'. L’Inter ora vuole riportarlo a casa, il «mal di Milano» è forte, punge allo stomaco. E, si sa, al cuore non si comanda". 

Sezione: Rassegna / Data: Mer 14 agosto 2013 alle 11:44 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print