Altra occasione sprecata: l'Inter lascia 2 punti a Verona nel finale di gara e si ritrova quarta alle spalle anche dell'Atalanta. Ecco l'analisi della Gazzetta dello Sport: "Conte non viene a capo della involuzione mostrata nelle ultime uscite, soprattutto nel primo tempo si fa incartare da Juric, che con merito continua la sua rincorsa per un posto in Europa League. Restano sul tavolo parecchi dubbi: tra i più lampanti, l’utilizzo a dosi omeopatiche di Eriksen, quasi fosse ormai relegato a lussuoso orpello in un organico in preda a incertezze e continui blackout. Lasciano basiti anche la prestazione di Brozovic, irriconoscibile e abulico, e di Skriniar, l’ombra dell’affidabile marcantonio che abbiamo ammirato".

Sezione: Rassegna / Data: Ven 10 luglio 2020 alle 09:00 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print