Curve (quattro: Milan, Inter, Roma e Torino) chiuse con la'condizionale'. E’ il primo effetto del patto fra le curve, stretto dopo la chiusura dello stadio di San Siro a seguito dei cori contenenti discriminazione territoriale nei confronti dei tifosi napoletani e le modifiche apportate all’articolo 11 del Codice di giustizia sportiva della scorsa settimana. Cambio (in corsa, ma non si è sempre detto che a gara iniziata le regole non si cambiano?) che rischia di creare il primo caso: ovvero che ha pagare subito sia proprio il club (il Milan) il cui plenipotenziario (Galliani) ha fatto fuoco e fiamme per quelle modifiche.

Perché, formalmente, per i rossoneri quello di ieri si tratta del terzo episodio, solo che uno giace sospeso davanti alla Corte federale (venerdì è il giorno in cui si riunisce di solito al Prima sezione). Che succederà se anche il secondo grado di giudizio dovesse riconoscere colpevole il Milan? Basterebbe - siamo solo alla teoria - anche solo una multa....

Sezione: Rassegna / Data: Mar 22 ottobre 2013 alle 10:20 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandra Stefanelli / Twitter: @Alestefanelli87
vedi letture
Print