JULIO CESAR 6 – Agevole la parata sul colpo di testa di Raul, nell’unica vera conclusione dello Schalke nel primo tempo prima che lo stesso Raul lo faccia secco per l’1-0. Nella ripresa, nel provare a fermare il peperino Baumjohann rimedia un colpo piuttosto duro che per un po’ lo lascia claudicante. Prende un altro duro tackle da Papadopoulos, che scatena le ire di Maicon. Höwedes lo punisce una volta ma viene fermato dal guardalinee. Peccato che lo stesso giovane difensore abbia un’altra chance e lì nessuno lo ferma; lui potrebbe, ma si arresta nell’uscita colpevolmente nell’uscita.

MAICON 6 – Cerca subito di darsi da fare, provando soprattutto a servire Milito con il quale però il feeling non arriva. Sarpei, però, è una brutta gatta da pelare, e talvolta fa fatica al suo cospetto. Grande nel farsi trovare solo davanti a Neuer, ma la posizione non è favorevole e l’azione sfuma. Buona combinazione con Milito ad inizio ripresa: ne nasce il corner dell’1-1. E qualche altra bella azione, purtroppo mal sfruttata, prova ad orchestrarla.

LUCIO 5,5 – Subito un dribbling azzardato su Raul, col quale ha poi un leggero alterco. Inizia bene sbrogliando più di una situazione insidiosa per l’Inter, specie quando blocca l’affondo di Jurado. Poi si becca un giallo per proteste inutili dopo essere franato su Raul ( e da lì in poi saranno fischi a pioggia dal pubblico). Purtroppo, la fa grossa al 45esimo aprendo la voragine nella quale si intrufola l’ex Real. Troppo nervoso, viene pure rimbrottato da Ranocchia.

RANOCCHIA 6 – Si deve inventare una gincana per evitare il contrasto di due attaccanti avversari. Soffre all’inizio la velocità degli avanti avversari, su tutti Raul e Papadopoulos al quale regala una punizione. Poi guadagna confidenza: sul gol di Raul ha sicuramente meno colpe di Lucio. Lucido anche per buona parte della ripresa, anche se si perde Höwedes che colpisce a rete, fermato ingiustamente per offside. Ma una nuova voragine consente al difensore tedesco di riscattarsi, e lì latita. Ammonito nel finale forse ingiustamente: il fallo forse lo commette Thiago Motta.

NAGATOMO 6,5 – Grande interesse suscita il suo duello con Uchida, scontro tra connazionali che sostanzialmente si aggiudica lui. Ma la cosa più bella la fa andando faccia a faccia contro Raul senza mollarlo un secondo. Sempre frizzante, dinamico, un valido supporto ai tentativi offensivi dei nerazzurri. Conferma il suo periodo di forma eccezionale. Prova a sacrificarsi nel fermare disperatamente Höwedes lanciato verso il 2-1.

THIAGO MOTTA 6 – La scelta a sorpresa di Leonardo, che gli dà fiducia preferendolo a Cambiasso. Un piccolo rischio per un braccio largo, poi svolge con diligenza il suo compito in interdizione, ma senza acuti particolari. Ha il merito di beffare Neuer da pochi passi trovando la rete del pareggio. Sarebbe lui a tenere in gioco Höwedes nell’azione del 2-1 annullata dall’arbitro. Viene purtroppo ammonito per aver affossato Jurado lanciato in avanti: salterà la prima sfida europea della prossima stagione. E viene probabilmente anche graziato perché il giallo anziché a Ranocchia al 90esimo andrebbe dato a lui.

STANKOVIC 5,5 – E’ il giocatore che sembra denunciare maggiore nervosismo, come quando, in apertura, si rende protagonista di un contatto con Neuer. Ma è sua l’azione più pericolosa dell’Inter nel primo tempo, con quel tiro da fuori che impegna l’estremo tedesco alla deviazione in corner. L’unico lampo prima di lasciare il campo dopo l’intervallo. DAL 45’ PANDEV 5 – Entra e dopo pochi secondi si prende un pestone parecchio duro. Forse l’unica cosa per la quale il macedone entra in tabellino, insieme a un tiro telefonato per Neuer.



ZANETTI 6 – Protagonista di un ottimo recupero a centrocampo nella metà del primo tempo. Tenta di dettare i tempi alla manovra sacrificando il dinamismo. Nel finale, salva in tuffo evitando che il pallone arrivi ad un attaccane dello Schalke che avrebbe avuto tutto lo specchio della porta davanti. Stupendo quando dopo il fischio finale chiama tutta la squadra sotto lo spicchio dei tifosi interisti per ringraziarli.

SNEIJDER 6- – La voglia c’è e si vede: quando ha l’opportunità cerca la conclusione in porta. Ma fatica ad ispirare e spesso deve rinculare fino al centrocampo per farsi notare. Inventa la punizione che poi manda Maicon davanti a Neuer. Più propositivo nella ripresa, almeno finché ha birra in corpo. Sfiora l’1-2 con una bella punizione fuori di poco. Ovvio che comunque la sua partita resta al di sotto dei suoi standard, però forse è proprio lui quello che sta accusando maggiormente la stanchezza. DALL’80’ COUTINHO SV – Entra a giochi ormai fatti.

ETO’O 5 – La prima azione degna di nota è un ottimo recupero difensivo. Poi coi suoi giochi di prestigio crea qualche ansia ai difensori avversari. Alla fine, però, anche lui finisce con lo sbattere contro il muro avversario. Sfiora il gol di testa servito da Sneijder.

MILITO 5,5 – Fa parecchia fatica prima di avere tra i piedi un pallone giocabile, sempre anticipato dalla guardinga difesa dello Schalke 04. La prima palla buona gli viene stoppata da Höwedes. Alla seconda si guadagna però il corner dal quale nasce il pareggio. Il suo primo tiro in porta arriva al 68esimo: stop e volée che termina alta.

ALLENATORE: LEONARDO 5,5 – La squadra dovrebbe partire lancia in resta sin dai primi minuti; l’intenzione c’è, però manca la sostanza. E giocoforza si finisce per agevolare la tattica dello Schalke, che addirittura colpisce proprio a pochi secondi dal duplice fischio. Lo spirito di inizio ripresa è confortante, poi però subentra ineffabile la stanchezza del gruppo. Si chiude così l’avventura europea dell’Inter, già pregiudicata nella gara d’andata.

SCHALKE 04: Neuer 6; Uchida 6, Höwedes 7, Metzelder 6,5, Sarpei 6+; Baumjohann 7 (73’ Draxler sv), Papadopoulos 6, Matip 6, Jurado 7 (86’ Schmitz sv); Raul 7+, Edu 6 (77’ Charisteas sv). Allenatore: Rangnick 6,5.

ARBITRO: SKOMINA 5 – Direzione di gara molto incerta: lo Schalke a tratti martella molto, ma attende parecchio prima di estrarre il primo cartellino giallo contro i blu reali. Errore dell’assistente sul gol annullato allo Schalke, grazia forse Thiago Motta di un’espulsione, dando il giallo a Ranocchia.
ASSISTENTI: ARHAR – STANCIN 5,5
ASSISTENTI DI PORTA: JUG – PONIS SV
 

Sezione: Le Pagelle / Data: Mer 13 aprile 2011 alle 22:45
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print