HANDANOVIC 7 - Fino al 3-0 per lui è ordinaria amministrazione, poi si esalta soprattutto su Correa e Immobile che cercano di infilarlo da posizione ravvicinata. Niente da fare, vuole il clean sheet e se lo prende.

VRSALJKO 6,5 - Inizio complicato, perché dalla sua parte Lulic e compagni spingono e creano potenziali occasioni da gol. Meglio in fase di costruzione, anche se il dialogo in fascia con Politano fatica a decollare. Tatticamente ordinato, a volte per prudenza non sale (saggiamente).

SKRINIAR 7 - Immobile va a sbatterci costantemente e ne esce frustrato. Prestazione di grande spessore, non sbaglia quasi nulla (qualcosina a risultato acquisito) e i palloni messi disperatamente in area dalla Lazio sono preda del suo senso della posizione. 

MIRANDA 6,5 - Serata positiva per il brasiliano, che si distingue subito per un gran recupero su Immobile lanciato a rete, disinnescando un episodio che avrebbe potuto cambiare la gara. Un paio di sbavature in fase di palleggio, ma svolge egregiamente i suoi compiti difensivi.

ASAMOAH 6,5 - Poca spinta, ai limiti del certosino, ma grande cura della fase difensiva durante la quale si distingue per diverse chiusure preziose. Sempre presente in fase di appoggio, i compagni sanno come trovarlo nei momenti di bisogno.

VECINO 6,5 - A tratti un po' arraffone soprattutto quando c'è da dar via il pallone con i tempi giusti. Ma è sempre nel cuore del gioco e le sue sgroppate sono utili anche per portare via il pallone dalla zona pericolosa. Prova tre volte a timbrare (ancora) il cartellino, si accontenta di partecipare all'azione del vantaggio e a correre fino alla sostituzione. DALL'87' GAGLIARDINI SV.

BROZOVIC 7,5 - La cadenza del suo approccio non lascia presagire nulla di buono: troppa accademia e qualche imprecisione (si fa ammonire per rimediare a un errore). Poi inizia a ingranare e il livello della prestazione sale, così come la qualità delle sue giocate. Il gol è la risposta a chi gli consiglia di provarci.

POLITANO 6,5 - Non benissimo in avvio, perché fatica a trovare spazi e ha la tendenza a girare su sé stesso e tornare sul sinistro perdendo tempi di gioco. Con il trascorrere dei minuti si scioglie e inizia a trovare soluzioni interessanti, soprattutto attaccando centralmente e alzando la testa per dar voce al proprio sinistro. Si sbatte anche in difesa. DALL'87' KEITA SV.

JOAO MARIO 6 - Esordio in campionato in una partita a dir poco complicata, agisce da centrocampista aggiunto e si limita al compitino, fungendo soprattutto da sponda. Non rischia in alcun senso, in pratica gioca per il personale zero a zero e se la cava senza particolari sbavature. La scarsa abitudine al campo si fa sentire. DAL 57' BORJA VALERO 6,5 - Fa pesare la freschezza e il tasso tecnico nel momento in cui l'Inter ha più bisogno di ragionare. Si toglie ancche lo sfizio di servire a Icardi l'assist del 3-0.

PERISIC 5,5 - Protagonista nell'azione del vantaggio nerazzurro, ha poche occasioni per farsi vedere e neanche le sfrutta come potrebbe e dovrebbe. Soprattutto nella ripresa quando le maglia biancocelesti si allargano. Utile in fase di copertura, poco produttivo davanti.

ICARDI 8 - Un'autentica sentenza: due palloni giocabili in area, due gol. E a questo aggiunge anche tanto lavoro al servizio della squadra, come in occasione della prima marcatura che lo vede protagonista in fase di costruzione. In questo momento non c'è modo di fermarlo.

ALL. SPALLETTI 7 - Va all'Olimpico con l'idea di controllare il gioco e lo fa. La sua Inter concede qualcosa alla Lazio in avvio, poi le prende le misure e inizia a nascondere il pallone, trovando anche due reti nel primo tempo. Joao Mario non gioca la partita della vita, però legittima la scelta del tecnico di scommettere sul portoghese. Gara preparata nel modo giusto.


LAZIO: Strakosha 5,5, Luiz Felipe 5,5, Acerbi 5,5, Radu 5,5, Marusic 6, Milinkovic-Savic 5, Badelj 5,5 (dal 34' Cataldi 5,5), Parolo 6, Lulic 6, Caicedo 5,5 (dal 69' Correa 6), Immobile 5,5. All. Inzaghi 5,5


ARBITRO: IRRATI 6 - Buon primo tempo, è sempre sul posto e valuta bene. Nella ripresa non ha il coraggio di estrarre più del giallo sull'entrata da tergo di Radu su Politano e in quel momento perde un po' il controllo senza tuttavia pagare dazio. Nel complesso ne esce positivamente.
ASSISTENTI: Vuoto 6 - Manganelli 6

VIDEO - TRIS INTER ALL'OLIMPICO, TRAMONTANA NON FINISCE PIU' DI ESULTARE

Sezione: Pagelle / Data: Lun 29 Ottobre 2018 alle 22:25
Autore: Fabio Costantino / Twitter: @F79rc
Vedi letture
Print