HANDANOVIC 7 - Tira un paio di sospiri di sollievo sulle conclusioni di Berardi e soci. Fa il suo facendosi trovare pronto sul destro a giro ed il pericoloso stacco di testa di Boateng. Salva il risultato respingendo anche il destro a botta sicura di Boga.

D'AMBROSIO 6,5 - Controlla bene le iniziative di Djuricic, concedendosi anche qualche disimpegno elegante. Fondamentale per la chiusura del triangolo di destra con Politano e Vecino, si propone quando serve. Nel finale accusa qualche problema nella sfida in velocità con Boga.

DE VRIJ 6 - Tradito dalla mancata spizzata di Boateng, buca clamorosamente sul lancio di Duncan mandando in porta Locatelli, che per sua fortuna sfiora soltanto il vantaggio neroverde. Più impacciato del solito con il pallone tra i piedi, salva la prestazione limitando i danni.

SKRINIAR 7 - Nel momento del bisogno usa le maniere forti, complessivamente conduce la solita gara di grande attenzione uncinando palloni anche quando sembra abbia perso l'attimo giusto. Provvidenziale nel salvataggio finale in area di rigore.

ASAMOAH 6 - L'approccio alla gara è agonisticamente aggressivo, come dimostra l'entrata su Berardi dopo pochi minuti di gioco. Il duello con il 25 del Sassuolo è una costante per tutti i 90' e lui lo porta avanti con esperienza, non rinunciando anche a qualche comparsa dalle parti di Perisic.

VECINO 5,5 - Si propone con frequenza in avanti, offrendo una valida alternativa di gioco a Politano. Nel primo tempo è il più pericoloso, con il bel colpo di testa che sfiora la traversa e il sinistro debole bloccato da Consigli. Macina tanti chilometri e cala d'intensità, lasciando spazio al palleggio di Borja Valero. DALL'82 BORJA VALERO SV

BROZOVIC 6 - Puntuale nel leggere le linee di passaggio avversarie, propone spesso giocate interessanti e pericolose (vedi la palla morbida per la torsione aerea di Vecino e quella in verticale per Perisic). Tenta di emulare Stankovic dalla distanza, ma pecca di precisione.

JOAO MARIO 5,5 - La fiducia di Spalletti è il suo regalo di compleanno anticipato. Lo scontro fisico con Duncan lo limita nella costruzione e con la sua presenza la squadra perde qualcosa nel filtro in mezzo al campo. Diverso il piglio a inizio ripresa, ma non abbastanza per convincere Spalletti a tenerlo in campo fino al 90'. DAL 60' NAINGGOLAN 5,5 - Entra in partita con la voglia di dare la scossa giusta, posizionandosi alle spalle di Icardi. Prova a buttare qualche palla in avanti, ma non riesce ad incidere.

POLITANO 6,5 - Davanti al suo Sassuolo si accende a sprazzi, ma quando lo fa è sempre pericoloso. Si vede smanacciare da Consigli il possibile gol dell'ex, poi genera le proteste in campo per un contatto dubbio in area di rigore. Aumenta i giri e manda in crisi Rogerio, viene sacrificato per dare maggiore peso all'attacco. DALL'81' LAUTARO MARTINEZ 6 - Nei pochi minuti in campo si fa notare: incorna subito la palla gentilmente offerta da D'Ambrosio, poi ci riprova con spingendo sulle braccia di Consigli l'ultimo pallone della gara.

ICARDI 5 - Il primo tempo è un continuo lottare tra Magnani e Peluso, i palloni toccati sono pochi nonostante il tanto movimento. Il primo tentativo verso la porta arriva dopo 70', ma lo stacco di testa termina largo. Quando scivola in area sull'intuizione di Politano si capisce che non è la sua serata. Non aiutato anche dai compagni, è il grande assente della notte di San Siro.

PERISIC 5,5 - Per vedere un lampo di luce servono 26 minuti, quando dà un assaggio delle sue qualità con la bella girata di destro che sfiora il palo. L'episodio lo sveglia: disegna un bel cross per Politano e sembra crescere con lo scorrere del cronometro. Ma si tratta solo di un'impressione. E riaffiorano le imprecisioni.

SPALLETTI 5,5 - Non rischia Nainggolan dal primo minuto e concede una maglia da titolare a Joao Mario, rispolverando anche Vecino nei tre di centrocampo. I continui inserimenti dei centrocampisti di De Zerbi non sempre vengono letti correttamente dai suoi uomini, ma i risvolti non sono negativi. La squadra ha comunque poche idee e non riesce a sfondare. Dalla panchina lancia Nainggolan, poi forse troppo tardivamente Lautaro Martinez e Borja Valero, per cercare la svolta. Tentativo che va a vuoto. Come gran parte degli gli spalti di San Siro.

SASSUOLO (4-3-2-1): Consigli 6; Lirola 6, Magnani 6, Peluso 6,5, Rogerio 6; Duncan 6,5, (dal 72' Bourabia 6) Locatelli 6,5, Sensi 6,5 (dal 75' Magnanelli sv) ; Berardi 6,5, Djuricic 6 (dal 62' Boga 6); Boateng 6,5. Allenatore: De Zerbi 6,5.

ARBITRO: PAIRETTO 5 - Inspiegabile il vantaggio non concesso ad Asamoah per ammonire Sensi in seguito al fallo di Brozovic, poi replica lo stesso errore a parti invertite su Djuricic. Eccessivo anche il giallo rifilato al 77 interista.
ASSISTENTI: DE MEO 6 - MARRAZZO 6.

Sezione: Pagelle / Data: Sab 19 Gennaio 2019 alle 22:40
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print