ORLANDONI 5,5 – Un tiro nemmeno troppo irresistibile, un gol. E poi un disimpegno non proprio ortodosso con Samuel. DAL 45’ CASTELLAZZI 6 – Mai impegnato e graziato da Bonai fino al recupero quando deve intervenire su Kurniawan. Sul gol del 4-2 nulla può, o quasi...

MAICON 6,5 – La gioca con grinta (anche troppa, visto che rimedia anche un giallo). Con un tiro violentissimo impegna il bravo Maulana. Poi si inventa una giocata meravigliosa che agevola la seconda rete di Coutinho. Poi regala momenti di show-time alla folla.

CORDOBA 6 – Capitano all’ultima in nerazzurro, vive una giornata tranquilla. Splendido intervento in chiusura ad inizio partita. Ammonito per un colpo ai danni di Diego che resta tramortito a terra.

SAMUEL 6 – Non bene sul gol indonesiano, poi quando attende un po’ troppo l’uscita di Orlandoni rischiando qualcosa. Sul finire sfiora il gol del 2-1 su calcio d’angolo, ma a tu per tu con Maulana colpisce male. Anche per lui un giallo accolto non proprio nel migliore dei modi. Più attento nella ripresa. DAL 60’ DELLAFIORE 6 – Un bell’intervento in chiusura su un avversario, poi nella norma.

ZANETTI 6 – Giocate sporadiche per la gioia della folla. Comunque sempre attento in difesa. Esce tra l’ovazione della folla. DAL 90’ CRISETIG SV

PALOMBO 6 – Pericoloso su punizione, prova ad aiutare il gioco offensivo. DAL 45’ POLI 6 – Prova a farsi vedere ma talvolta viene ignorato. Si esalta con una gran bella ruleta. Sul gol del 4-2 viene saltato sul posto da Valentino.



CAMBIASSO 6 – Ha qualche responsabilità sul gol preso quando sbaglia completamente l’intervento ad alleggerire. Prova a riscattarsi sfiorando la rete poco dopo, poi gara d’ordine. E’ lui a lanciare Pazzini verso il 3-1. DALL’85’ TERRANI SV – Pochi minuti alla fine per la mascotte (classe 1994) di questa spedizione.

JONATHAN 6 – Bravo e volenteroso, anche lui si avvicina al gol. Prende un fallaccio che resta impunito. Nella ripresa agisce da terzino sinistro. DAL 70’ BIRAGHI 5,5 – Da una sua palla persa nasce il contropiede di Bonai, l’unico vero pericolo per l’Inter nella ripresa. Nel recupero si perde Valentino che lancia Pahabor (almeno, così pare si pronunci, visto che non figurava nella line-up indonesiana) per il 4-2.

COUTINHO 7,5 – A prescindere dal valore dell’avversario, Cou ha dimostrato di valere la conferma all’Inter. L’Indonesia non è certo antagonista di prima fascia, ma i numeri d’alta classe, le giocate, i gol, il lavoro sporco, testimoniano che comunque il ragazzo ha i numeri. Meno appariscente nella seconda parte di gara, dove spreca una bella occasione creata da Milito. DAL 78’ TREMOLADA SV – Si fa notare per un colpo a effetto facile per il portiere.

LONGO 6 – Sempre sul pezzo, presente, dinamico e attento. Ma sotto porta, stranamente, manca di cinismo e brucia qualche occasione di troppo. DAL 45’ PAZZINI 7 – Prima prova l’assist per Milito, poi finalizza alla perfezione la palla servita da Cambiasso, e poco dopo trafigge ancora il portiere avversario con un’azione personale tutta grinta. Chiude questa tournée con un sorriso grande così.

MILITO 6,5 – Si offre sempre come supporto per i compagni di reparto, tra assist e furbe giocate di sponda. Quando cerca gloria personale, trova la traversa a dirgli no. Pazzini gli offre un bel pallone a inizio ripresa ma il tiro si perde nel Borneo. Sospinto dalla folla, cerca in tutti i modi di segnare, senza esiti.

ALLENATORE: STRAMACCIONI 7 – Al di là dell’aspetto tecnico, le indicazioni che raccoglie da questa tournée sono positive: per l’entusiasmo che ha accolto l’Inter, per la voglia che comunque i suoi ragazzi hanno dimostrato di voler giocare come si deve queste due partite, per quei cori che alla fine gli sono stati riservati. Strama, anzi Stramaccioné, chiude così questa sua prima fase da allenatore dell’Inter. Ora, rinnovo e poi arrivederci a Pinzolo.

Sezione: Le Pagelle / Data: Sab 26 maggio 2012 alle 16:45
Autore: Christian Liotta
vedi letture
Print