E' ancora lungo il percorso da fare per vedere un'Inter fatta e finita, a immagine e somiglianza di Antonio Conte. E' lo stesso tecnico leccese a sottolinearlo in conferenza stampa: "Che l'Inter sia già definita non penso, tanti giocatori non sono riusciti a fare ancora la prima gara ufficiale - dice -. E' capitato a Lazaro di entrare in un momento critico, ad esempio. Abbiamo un'idea ben precisa su cui stiamo lavorando e per la quale vogliamo coinvolgere dei calciatori. Come dicevo c'è tanta strada da fare. Non si possono fare paragoni rispetto a quando presi la Juventus. Quella era una squadra che non partecipava alle coppe europee, ho avuto la sfortuna di non parteciparvi ma la fortuna di avere i calciatori sette giorni su sette e lavorarci. Più tempo hai per farlo e più puoi incidere in tutto. Questo è un altro percorso, ci sono similitudini per via dell'inesperienza di tantissimi calciatori. Mi ricordo che quel primo anno tanti giocatori non avevano grande pedigree nazionale e internazionale, lo sono poi diventati dei grandi calciatori. Di buono c'è che i ragazzi hanno voglia di lavorare, sta a loro determinare il proprio futuro e fare lo step per passare da buoni a ottimi giocatori".

VIDEO - DE VRIJ NON SALTA UN SELFIE, TUTTI PER L'OLANDESE AD APPIANO

Sezione: News / Data: Ven 20 Settembre 2019 alle 17:15
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print