"Abbiamo ricevuto un'offerta dell'Inter per te e abbiamo accettato". Fu così che iniziò la storia d'amore tra Paul Ince e Massimo Moratti, con le parole di Alex Ferguson che a sorpresa comunicava al campione d'Inghilterra la cessione dallo United. A raccontarlo ai microfoni di Fanpage è proprio l'ex centrocampista rimasto all'Inter soli due anni, ma rimasto nel cuore di un interista particolare: il presidente Moratti, che al suo addio si lasciò andare in un pianto di sincero dispiacere: "Quando gli dissi che volevo tornare in Inghilterra, Massimo Moratti scoppiò in lacrime. Avevamo comprato Ronaldo, ma per questioni familiari per me fu meglio tornare in Inghilterra. Non volevo in realtà, sarei rimasto per sempre. Moratti era sconvolto. Adoravo quell’uomo, lo rispetto e parlo ancora con lui. Rese possibili quegli anni meravigliosi, non lo dimenticherò mai".

Su Hodgson, con il quale giocò nella stagione 1996-97 aggiunge:
"Hodgson ebbe un bel rapporto con Moratti, ma lui dovette cambiare molte cose. Allenare l’Inter è stato un duro test per lui, lo ammiro molto, grazie a Hodgson le mie prestazioni sono migliorate".

VIDEO - ACCADDE OGGI - 20/10/2004: CINQUINA INTER A VALENCIA, ADRIANO STELLARE

Sezione: News / Data: Mar 20 ottobre 2020 alle 23:50
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print