Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha parlato ai microfoni di Sky Sport riguardo il razzismo negli stadi. Queste le sue parole: "Il calcio italiano vuole erigere un muro per espellere dal nostro sistema tutti coloro che mettano in atto comportamenti discriminatori, non solo razziali ma anche territoriali".

Ha parlato di uno strumento tecnologico per individuare i responsabili.
"È uno strumento che rientra in quello che abbiamo definito un intervento a medio termine. Quello a lungo termine riguarda il processo di educazione e formazione, il ricorso alla tecnologia permetterà l'individuazione sonora e anche visiva di tutti coloro che si rendano colpevoli di questo ignobile atto".

Avete incontri con le istituzioni. Quando pensa che possa diventare concreta?
"La presentazione penso che la perfezioneremo la settimana prossima. In via sperimentale lo avvieremo in tempi rapidi, poi sensibilizzeremo tutte le parti in causa, le leghe e le società, per l'adozione di questa nuova tecnologia".

Sezione: News / Data: Gio 16 Gennaio 2020 alle 21:06
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone
Vedi letture
Print