Fabio Caressa, ospite nel salotto di Sky Sport durante la trasmissione Campo Aperto, ha commentato il mercato fatto finora dai nerazzurri facendo il paragone con la Juventus, a suo avviso ancora favorita nella lotta scudetto. La domanda più ricorrente del momento è se l'Inter, con gli acquisti fatti finora si sia avvicinata alla Juventus, queste le considerazioni di Caressa: "Bisogna capire chi prende la Juve come punta. Non mi sembra che squadre che si siano avvicinate alla Juve, a dir la verità. I due grandi acquisti da prendere erano Tonali e Kulusevski e quest'ultimo l’ha preso la Juve, qualcosa vorrà dire. Io l’ho visto anche in Nazionale, fa i buchi per terra. È un giocatore molto importante, non so fino a che punto i nerazzurri si siano avvicinati alla Juventus".

L'Inter ha preso Hakimi, Kolarov... 
"Sì però Kolarov l’anno scorso ha ricominciato a giocare quando era terzo di tre. Sanchez importante riscattarlo, ma è un giocatore che abbiano ancora visto poco. Nainggolan è un giocatore che a me piace molto e credo che debba parlarsi con Conte, perché stimolato bene sarebbe un secondo acquisto. Il primo è Hakimi, mi piaceva tantissimo quando giocava a Dortmund, è anche vero che il Dortmund sfruttava la sua gamba, mi sembra adatto per fare il quinto a destra. In carriera ha giocato anche quarto a destra, in Italia quello sarebbe stato il ruolo più difficile, ma come quinto mi sembra un ottimo acquisto La Juventus però ha tenuto Dybala, ha Ronaldo, ha preso Kulusevski e ora prenderà una punta". 

Paragone Conte-Pirlo?
"Tra uno e l'altro ci sono due filosofie diverse: la Juve ha una grande squadra, l'Inter ha l’allenatore che ha in mano tutto. L’allenatore perfetto è in mezzo. Conte è diventato un po’ autoreferenziale in alcune cose".

VIDEO - VIDAL SI ALLENA DA SOLO, IN STRADA. E IL PROCURATORE GLI DA' DEL MATTO

Sezione: News / Data: Mer 16 settembre 2020 alle 20:21
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print