Dopo lo 0-0 imposto all'Inter, Luca Gotti parla ai microfoni di SkySport: "Nel tunnel non c'ero - spiega il tecnico dell'Udinese a proposito del parapiglia finale -. Bravi i ragazzi a fare il paio con la prestazione con l'Atalanta: sofferenza sì, ma senza mai rinunciare a giocare a calcio. Io sempre in bilico? Faccio fatica a spiegare io qualcosa su questo argomento. È ovvio che quando una squadra ha una classifica deficitaria, l'allenatore viene messo in discussione. Una legge del calcio che accetto così com'è".

Come mai fuori Arslan prima della fine del primo tempo?
"Stava facendo bene, ma era già ammonito e aveva rischiato già due volte il doppio giallo. Non volevo rischiare nulla in una partita così".

Le proteste dell'Inter si basavano su questo episodio?
"Non credo, ma noi ci concentriamo sempre a guardare il nostro. Scontato quando il fischio è a favore, ma si protesta quando arriva contro. Non avevo avvertito da bordo campo l'esigenza di queste proteste".

Sezione: L'avversario / Data: Sab 23 gennaio 2021 alle 20:25 / Fonte: SkySport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print