Il tecnico del Lecce Fabio Liverani ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di domani a San Siro contro l'Inter. L'allenatore ha cominciato parlando della condizione della squadra: "I ragazzi sono recuperati, ovviamente ancora non sono in grado di fare novanta minuti ad alti ritmi, come non è stato possibile in Coppa. A volte possiamo fare il nostro gioco, altre volte no, dipende dagli avversari. Dobbiamo capire come sarà il campionato, probabilmente lo scopriremo dalla decima. Serve equilibrio, vogliamo raggiungere l'obiettivo con la nostra identità. Il modulo? Contro la Salernitana per pochi minuti abbiamo provato il 3-5-2, non ci snatureremo con chi avremo di fronte, servirà coraggio per difendere e ripartite e umiltà per saper soffrire".
Liverani parla poi di Inter: "Si tratta di una squadra costruita per obiettivi importanti, c'è un allenatore bravo e una squadra pronta per lottare con le prime dieci d'Europa. Anche loro sono all'inizio del percorso, vedremo se saranno già pronti. La prima a San Siro? Stavolta l'ho conquistata sul campo, c'è grande differenza rispetto al passato; ho più esperienza e maggiore consapevolezza del mio ruolo. Rispetto a quel Genoa, questo Lecce è costruito da più tempo. Per me da Pagani a San Siro ci sono le stesse emozioni, sarà più affascinante perché la Scala del Calcio è tanta roba. Nell'Inter ce ne sono tanti da temere, da Skriniar a Lukaku a Brozovic, ma noi scenderemo in campo tranquillamente".
Ancora sulla sua squadra: "Falco deve mantenere continuità nella massima serie. Shakhov, Mancosu e Benzar sono a posto, recuperato e ci daranno ulteriori opzioni. Il gap può essere colmato con la condizione fisica, ma non credo che fra noi e l'Inter ci sia tale differenza. Poi ci sono gli episodi...noi daremo tutto".

Gianluca Losco

Sezione: L'avversario / Data: Dom 25 Agosto 2019 alle 12:42
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print