Nel post-partita di Atalanta-Inter, il tecnico dei bergamaschi Giampiero Gasperini si presenta ai microfoni di Dazn per commentare la gara:

Quanto le sarà utile questa gara in vista del Psg?
"Questa è stata la miglior partita da affrontare in previsione della Champions, l'Inter ci ha aggredito e impedito di giocare, con ritmi alti e qualità. Ci ha costretti ad andare fuori giri. In queste ultime settimane abbiamo un passo più compassato, stasera abbiamo capito come fare contro questo genere di squadre. Complimenti all'Inter, speriamo che questa partita ci sia di aiuto".

Ci può essere un risparmio energetico inconscio?
"Devo dire che col passare dei minuti abbiamo reagito bene, almeno in diversi elementi siamo riusciti a giocare una partita buona".

Se Percassi domani venisse a chiederle cosa bisogna fare per arrivare in vetta che gli risponderebbe?
"L'Atalanta deve pensare solo a migliorarsi anno per anno, poi ci sono stagioni in cui la Juve fa 100 punti, altre che ne fa 90. Noi abbiamo tanto da migliorare, abbiamo raggiunto l'obiettivo Champions con anticipo potendo programmare il futuro. La decrescita felice non mi piace, bisogna sempre cercare di alzare l'asticella. Non nel risultato, ma facendo valutazioni compatibilmente con le disponibilità economiche del club che non possono essere come quelle delle grandi società".

L'ingresso di Malinovsky ha cambiato la squadra.
"Non è obbligatorio però andare sotto. Lui e Muriel sono stati determinanti, più di quando giocano dall'inizio. In quel reparto siamo contati, mancando Ilicic che sarebbe stata una soluzione in più. Ma siamo riusciti a sopperire in molte partite, giocandocela sul secondo tempo. Oggi abbiamo preso gol dopo un minuto e dopo 20 eravamo sotto 2-0, le condizioni peggiori per affrontare l'Inter. ma la reazione dei giocatori c'è stata, siamo riusciti a trovare il ritmo che ci tornerà utile".

Questo calo forse è frutto di una scelta? Notizie su Gollini?
"Ilicic lo riempiamo di abbracci. Gollini ha avuto una forte contusione al ginocchio, non so se Gosens sia stato spinto prima di finire addosso al portiere. Il calo non è stato una scelta, è stata la 13esima partita per noi in poco tempo. Ora abbiamo 111-12 giorni per rimetterci a posto, ma molto è dovuto alla prestazione dell'Inter che ci ha dato una bella sveglia. Questo è l'avversario migliore che potevamo incontrare".

Cosa ti diceva Conte a fine gara?
"Ci siamo fatti  i complimenti a vicenda, è stato molto carino nei miei confronti. Ha fatto un grandissimo lavoro, la classifica per i valori espressi è giusta".

Sezione: L'avversario / Data: Sab 01 agosto 2020 alle 23:13
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print