"Una delle soddisfazioni più grandi della mia vita, è stata la dimostrazione che i sacrifici ripagano sempre con il tempo e che se lavori duramente e hai l’obbiettivo fissato in testa lo ottieni senza ombra di dubbio, bisogna essere sempre decisi e non mollare quando si presentano delle difficoltà. Mi ha fatta crescere calcisticamente parlando ma anche fuori dal campo". Protagonista di un'intervista con Mondosportivo.itMartina Cetrangolo, attaccante classe 2002 in forza all'Inter Women Primavera, commenta con queste parole il titolo da campionessa d’Italia Under 17 centrata in nerazzurro. 

Hai militato questa stagione nel Sedriano in Eccellenza e siete arrivate seconde dietro alla Pro Sesto: cosa ti porti via di questa esperienza?
"La cosa fondamentale che porto di questa esperienza è la mia crescita, giocare con ragazze molto più grandi di me quest’anno mi ha indirizzata in un altro mondo, avere affianco non più ragazzine ma donne dai 30 anni in giù. All’inizio è stato molto complesso adattarsi ma poi è andato tutto per il meglio".

Il Calcio Femminile in Italia è stato dichiarato concluso e non è stato assegnato il titolo. Secondo te è una sconfitta per il movimento?
"Si, è una grande sconfitta perché dopo aver fatto grandi passi nel calcio femminile quest’anno, alla prima grande difficoltà siamo state “trascurate” e trattate con sufficienza".

L’ultima domanda è per te: cosa vede nel futuro per sé Martina Cetrangolo?
"Ci sono tante occasioni per il mio futuro quest’anno, scelte che potrebbero stravolgere la mia carriera in positivo, ho tutto nelle mie mani, devo solo fare la scelta giusta".

VIDEO - ADDIO MARIO CORSO, IL PIEDE SINISTRO DI DIO

Sezione: Inter Femminile / Data: Dom 21 giugno 2020 alle 03:30
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print